Pages Navigation Menu

Le notizie della tua città

Parole della domenica, Terme in attesa della decisione del tribunale, ma il “regalo” della Regione fa ben sperare

Parole della domenica, Terme in attesa della decisione del tribunale, ma il “regalo” della Regione fa ben sperare

Ora inizia il difficile per le Terme. Dopo la consegna in via telematica al giudice fallimentare del definitivo piano di concordato, che può contare anche sulla delibera della Regione propedeutica all’acquisto degli stabilimenti Tettuccio, Regina ed Excelsior per 16,4 milioni (leggi l’articolo), se tutto andrà bene, si dovrà pensare soprattutto al futuro. Se il giudice concederà il concordato a fronte di un debito di 38 milioni, ci sarà da pensare a come rendere efficiente la gestione delle Terme per uscire finalmente dal tunnel. Non sarà facile, visto che finora le Terme viaggiano con un deficit annuo di alcuni milioni.
Ci sarà da puntare ad una decisa inversione di tendenza. Intanto, sono rimasti 28 dipendenti, che sperano che come primo atto venga sbloccata la loro tredicesima. La maggior parte potrebbe trovare continuità nella Croce Rossa alla quale sarebbe affidata la gestione della parte termale e curativa.
Montecatini ma anche la Valdinievole hanno bisogno delle Terme come traino dell’economia del comprensorio. La decisione della Regione, a cui dovrebbe fare seguito quella del Comune per l’acquisto della Torretta, offre un notevole sospiro di sollievo. In più ci potrebbe essere un forte contributo da parte dello Stato, se l’emendamento proposto dall’ex-ministro Garavaglia verrà approvato nella prossima legge di bilancio. Ora non c’è che attendere la decisione del tribunale sulla richiesta di concordato. Intanto, godiamoci il regalo di Natale della Regione.

Come ogni settimana, ho cercato nel web e sui giornali altre storie per chi voglia leggere ma soprattutto per chi voglia riflettere.
Buona domenica a tutti quelli che ci seguono
.
(a cura di Mauro Lubrani)

Il figlio di Perisic consola Neymar in lacrime

Il figlio di Perisic e Neymar

La Croazia ha eliminato ai calci di rigore il Brasile e vola in semifinale. Brucia la sconfitta per la Nazionale verdeoro che nei tempi supplementari aveva segnato con Neymar per poi farsi raggiungere sul pareggio da Petkovic. Proprio l’attaccante del Brasile era il più amareggiato a fine partita. In lacrime a centrocampo, è stato consolato dai compagni di squadra, ma non solo. Anche Perisic lo ha raggiunto, imitato poco dopo anche dal figlio Leo. Il ragazzino si è avvicinato al campione brasiliano, gli ha stretto la mano e poi lo ha abbracciato. Un momento che ha commosso i presenti allo stadio, ma non solo

Le lacrime del Papa per l’Ucraina

Il Papa che dopo due anni di pandemia ritrova l’abbraccio dei romani a piazza di Spagna. Il Papa che piange e deve interrompere la lettura del passaggio sull’Ucraina della preghiera dedicata alla Vergine. Il Papa che in carrozzina passa a salutare uno per uno gli ammalati seduti sulle loro carrozzine, segno di una condivisione reale della sofferenza. Sono le tre immagini forti, certamente difficili da dimenticare, del tradizionale omaggio all’Immacolata di ieri, 8 dicembre, nella centralissima piazza romana dove sorge la colonna con la statua della Madonna, in ricordo della proclamazione del dogma, nel 1854 da Pio IX.
Mimmo Muolo – Avvenire, 9 dicembre 2022

Leggi “Le parole della domenica” 139

Leggi “Le parole della domenica” 138

Leggi “Le parole della domenica” 137


“Leggi “Le parole della domenica” 136

Leggi “Le parole della domenica” 135

Leggi “Le parole della domenica” 134

Leggi “Le parole della domenica” 133

Leggi “Le parole della domenica” 132

Leggi “Le parole della domenica” 130

Leggi “Le parole della domenica” 129
Leggi “Le parole della domenica” 128

Leggi “Le parole della domenica” 127
Leggi “Le parole della domenica” 126

Leggi “Le parole della domenica” 125
Leggi “Le parole della domenica” 124

Leggi “Le parole della domenica” 123

Leggi “Le parole della domenica” 122


Leggi “Le parole della domenica” 121

Leggi “Le parole della domenica” 120

Naturalmente sul sito si trovano archiviate tutte le “Parole della domenica” a partire dalla numero uno ad oggi

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi