Pages Navigation Menu

Le notizie della tua città

Parole della domenica, la crisi della città affossa un altro negozio storico

Parole della domenica, la crisi della città affossa un altro negozio storico

Se molti alberghi hanno ancora difficoltà a riprendere la normalità del lavoro di prima della pandemia, a Montecatini anche il commercio non sta vivendo una buona situazione. L’esempio viene dalla quasi totalità dei negozi che ormai hanno rinunciato alle aperture serali, ma soprattutto dalle chiusure importanti di attività storiche.
L’ultima annunciata è quella di Moncini, negozio di antiquariato e di articoli della casa, che si è sempre contraddistinto per la qualità della merce e per l’eleganza.
E’ stata la stessa azienda a dare l’annuncio: “Dopo 60 anni di attività… Moncini chiude”. E così perdiamo un altro punto di riferimento con la conferma che l’assenza di un turismo di un certo tipo penalizza questo tipo di negozi, in aggiunta al fatto che ormai si è notevolmente diluito l’afflusso di clienti per lo shopping dalle altre località toscane.
Cosa fare? Non ci resta che aspettare i preannunciati piani del nuovo assessore al turismo, nella speranza che possano rilanciare il giro di affari di attività importanti del commercio anche per l’immagine di Montecatini. Anche se ci chiediamo: alle fiere dove andremo, quale sarà il prodotto che potremo offrire?

Come ogni settimana, ho cercato nel web e sui giornali altre storie per chi voglia leggere ma soprattutto per chi voglia riflettere.
Buona domenica a tutti quelli che ci seguono
.
(a cura di Mauro Lubrani)

Piero Angela ci ha fatto amare la scienza

Piero Angela (22 dicembre 1928 – 13 agosto 2022) è stato un divulgatore scientifico, giornalista, conduttore televisivo e saggista italiano

Cari amici, mi spiace non essere più con voi dopo 70 anni assieme. Ma anche la natura ha i suoi ritmi. Sono stati anni per me molto stimolanti che mi hanno portato a conoscere il mondo e la natura umana.
Soprattutto ho avuto la fortuna di conoscere gente che mi ha aiutato a realizzare quello che ogni uomo vorrebbe scoprire. Grazie alla scienza e a un metodo che permette di affrontare i problemi in modo razionale ma al tempo stesso umano.
Malgrado una lunga malattia sono riuscito a portare a termine tutte le mie trasmissioni e i miei progetti (persino una piccola soddisfazione: un disco di jazz al pianoforte…). Ma anche, sedici puntate dedicate alla scuola sui problemi dell’ambiente e dell’energia.
È stata un’avventura straordinaria, vissuta intensamente e resa possibile grazie alla collaborazione di un grande gruppo di autori, collaboratori, tecnici e scienziati.
A mia volta, ho cercato di raccontare quello che ho imparato.
Carissimi tutti, penso di aver fatto la mia parte. Cercate di fare anche voi la vostra per questo nostro difficile Paese.
Un grande abbraccio
Piero Angela

Addio a Olivia, la stella di Grease

Olivia Newton-John ( 26 settembre 1948-8 agosto 2022) è stata una cantante e attrice britannica naturalizzata australiana

Olivia Newton-John si è arresa ieri dopo trent’anni al tumore. Attrice e cantante è stata l’indimenticabile Sandy Olsson, protagonista del film «Grease» accanto a John Travolta nel 1978. Se il grande pubblico aveva imparato ad amarla per il suo indimenticato ruolo di Sandy Olsson in Grease (1978), col tempo tutti avevano capito quante cose questa attrice avesse in comune con quel personaggio: gentile e dolce, è stata capace di affrontare la sfida enorme della malattia con grande coraggio.
Compreso il suo caro amico e grande amore sullo schermo John Travolta, legato a lei da quel musical che per entrambi aveva cambiato tutto. Nel ricordarla, Travolta è tornato ad essere quel Danny Zuko che stravedeva per lei, nonostante le arie da duro.

«Mia cara Olivia — ha scritto l’attore poco dopo l’annuncio della morte della sua collega —, hai fatto così tanto per rendere le nostre vite migliori. Il tuo impatto è stato incredibile… Ti ho amato tanto. Ci rivedremo ancora lungo il cammino e saremo di nuovo uniti, di nuovo insieme. Sono sempre stato tuo dal primo momento che ti ho vista e lo sarò sempre. Il tuo Danny, il tuo John». 

Leggi “Le parole della domenica” 122

Leggi “Le parole della domenica” 121

Leggi “Le parole della domenica” 120

Leggi “Le parole della domenica” 119


Leggi “Le parole della domenica” 118

Leggi “Le parole della domenica” 117

Leggi “Le parole della domenica” 116

Leggi “Le parole della domenica” 115

Leggi “Le parole della domenica” 114
Leggi “Le parole della domenica” 113

Leggi “Le parole della domenica” 112

Naturalmente sul sito si trovano archiviate tutte le “Parole della domenica” a partire dalla numero uno ad oggi

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi