Pages Navigation Menu

Le notizie della tua città

Parole della domenica, chi salverà le Terme da una brutta fine?

Parole della domenica, chi salverà le Terme da una brutta fine?

Chi salverà le Terme? Non certo le banche che ne hanno chiesto il fallimento e nemmeno la politica che ha prodotto questa situazione disastrosa. Pensare che meno di 25 anni fa lo Stato passò questo tesoro a Regione e Comune (50% della proprietà a testa) ai tempi dell’amministrazione del sindaco Corrado Messeri. All’epoca si esultò, perché così la Società sarebbe stata gestita a livello locale.
Mai previsione fu tanto errata. La riconsegna avvenne con tutti gli stabilimenti in piena efficienza. Oggi, dopo anche una privatizzazione finita in maniera negativa, ci troviamo solo con Tettuccio e Redi funzionanti, con le Tamerici gestite da un’associazione. Poi, Excelsior e il suo Centro benessere chiusi, Salute idem, Leopoldine trasformate in un cantiere chiuso da anni e con la piscina del vicino Istituto Grocco distrutta proprio per preparare la grande piscina delle Leopoldine. Poi, andando avanti, la Torretta chiusa con gravi danni all’immobile e con il bellissimo parco trasformato in un bosco.
Cosa resta ancora? Le Terme nel frattempo hanno venduto gran parte delle proprietà tra cui Cascina Igea, Teatro Verdi e numerosi negozi del viale principale. Tutto questo non è bastato a ripianare la voragine di debiti e ora si sta tentato una disperata via di uscita prima che il tribunale fallimentare entri in azione (11 ottobre la prima udienza). E’ vero che la speranza è l’ultima a morire, ma in questo caso…

Come ogni settimana, ho cercato nel web e sui giornali altre storie per chi voglia leggere ma soprattutto per chi voglia riflettere.
Buona domenica a tutti quelli che ci seguono
.
(a cura di Mauro Lubrani)

L’ultima Regina

La Regina Elisabetta con il piccolo Carlo

Elisabeth Alexandra Mary di Windsor è stata così a lungo Elisabetta II, sovrana del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, da farci dimenticare che non era nata per regnare. Aveva dieci anni quando l’abdicazione di suo zio Edoardo VIII per sposare la stravagante divorziata americana Wallis Simpson, nel 1936, pose suo padre sul trono come Giorgio VI e lei – con sua sorpresa e spavento – in linea di successione diretta per ereditarne lo scettro. Che abbia poi regnato per tanto tempo, praticamente senza commettere errori o commettendone soltanto uno, guadagnandosi l’amore incondizionato dei suoi sudditi e il rispetto del resto del pianeta, sarebbe uno stupefacente titolo di merito per qualsiasi leader mondiale: lo è ancora di più per una donna ritrovatasi regina per caso.
Enrico Franceschini – Anteprima Repubblica 8 settembre 2022

Il Pinocchio di Tom Hanks

Pinocchio continua ad affascinare i lettori e il mondo del cinema. E’ arrivato l’8 settembre direttamente in streaming su Disney+ una nuova versione questa volta in live action, ossia con animazione e attori in carne e ossa: diretta dal premio Oscar Robert Zemeckis, vede Tom Hanks nel ruolo di Geppetto. Nel cast Benjamin Evan Ainsworth, Joseph Gordon-Levitt, Keegan-Michael Key, Lorraine Bracco, con Cynthia Erivo e Luke Evans. E c’è anche l’Italia con Giuseppe Battiston che interpreta Mangiafuoco. Inoltre la cantante Frances Alina, semifinalista della quarta edizione di The Voice of Italy e voce della Social Band di Radio 2 Social Club, interpreta “Una stella cade”, la versione italiana di “When you wish upon a star”, brano cantato dalla Fata Turchina, personaggio che nel film ha il volto di Cynthia Erivo. Il film, di cui è stato rilasciato il trailer, viene diffuso dalla piattaforma in occasione del Disney+ Day. 

Pinocchio ha ormai tante trasposizioni: la prima, sempre di Disney nell’epoca dei grandi classici per ragazzi portati al cinema con l’animazione, è datata 1940, poi di recente lo ha riportato al cinema Matteo Garrone nel 2019, mentre in tv è nel cuore di tutti in Italia il Pinocchio storico sceneggiato a puntate di Luigi Comencini nel 1972 con il piccolo Andrea Balestri, Nino Manfredi Geppetto, Gina Lollobrigida fata turchina e poi la versione in due parti diretta da Alberto Sironi nel 2009 con Bob Hoskins.

Leggi “Le parole della domenica” 126

Leggi “Le parole della domenica” 125
Leggi “Le parole della domenica” 124

Leggi “Le parole della domenica” 123

Leggi “Le parole della domenica” 122


Leggi “Le parole della domenica” 121

Leggi “Le parole della domenica” 120

Leggi “Le parole della domenica” 119


Leggi “Le parole della domenica” 118

Leggi “Le parole della domenica” 117

Leggi “Le parole della domenica” 116

Leggi “Le parole della domenica” 115

Leggi “Le parole della domenica” 114
Leggi “Le parole della domenica” 113

Leggi “Le parole della domenica” 112

Naturalmente sul sito si trovano archiviate tutte le “Parole della domenica” a partire dalla numero uno ad oggi

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi