Pages Navigation Menu

Le notizie della tua città

Parole della domenica, Bellandi contro la Regione: “Le Terme sono state un dono strategico”

Parole della domenica, Bellandi contro la Regione: “Le Terme sono state un dono strategico”

L’ex-sindaco Giuseppe Bellandi critica la Regione per aver cancellato le Terme dai beni strategici di un territorio. Bellandi si richiama a quando, diversi anni fa, lo Stato decise di affidare agli enti territoriali (Regioni) e agli enti locali (Comuni) i beni termali ricadenti nei loro territori competenza perché costituente motore imprescindibile per l’organizzazione sociale ed economico circostante e, pertanto, fonti di benessere collettivo e non solo pure e semplici attività imprenditoriali.
“Accettando questo trasferimento – afferma Bellandi – i nuovi soci davano quindi atto sia che i beni termali erano strategici per il territorio nel quale ricadevano sia che la cura di questo territorio rientrava nei loro compiti istituzionali.
Negli anni successivi la mia amministrazione ha cercato di intervenire e al riguardo ha avuto confronti molto duri con la Regione che ha ripetutamente sollecitato a fare altrettanto. Alcuni interventi finanziari ci sono stati ma non hanno dato il risultato sperato anche perché la mancanza di un vero e proprio piano di rilancio industriale finiva per vanificarne gli effetti. Il contrasto con la Regione ha poi avuto un suo momento cruciale allorché quest’ultima ha adottato una delibera con la quale dichiarava non strategica la partecipazione al capitale sociale delle Terme (che, peraltro, possedeva in misura maggioritaria) venendo così meno ai presupposti per i quali aveva acquisito gratuitamente le azioni e avviando – di fatto – un percorso di liquidazione che il Comune ha deciso invece di non condividere e di contrastare adottando una delibera di segno opposto.
Il 24 luglio 2021, Montecatini Terme, con altre dieci città termali storiche Europee, è stata accolta nell’Unesco come Patrimonio dell’Umanità: “The Great Spa Towns of Europe”. La nostra città ha ricevuto i complimenti della Presidente del Consiglio, del Ministro dei Beni Culturali e della Regione Toscana, la quale ultima con questo riconoscimento ha così ottenuto un primato assoluto in Italia. 
A questo punto quella che era una scelta della Regione già fortemente opinabile  pare ancor meno sostenibile. Come è infatti ragionevolmente possibile per la Regione continuare a sostenere la “non strategità” delle partecipazioni azionarie (e quindi delle Terme)? Può la Regione Toscana permettersi di perdere un proprio bene, iscritto come Patrimonio dell’umanità?
Si torni quindi indietro – conclude l’ex-sindaco – a quella sciagurata delibera del consiglio regionale: si può e si deve fare! Si lavori tutti assieme a un’idea e a un piano strategico chiaro e realizzabile e si cerchi poi, accanto a una solida (e finalmente illuminata) proprietà pubblica, una solida gestione privata”.

Come ogni settimana, ho cercato nel web e sui giornali altre storie per chi voglia leggere ma soprattutto per chi voglia riflettere.
Buona domenica a tutti quelli che ci seguono
.

La giornata del donatore di sangue

Molti ComunI, tra cui quello di Sorano in Maremma, hanno aderito alla campagna promossa da Anci Toscana per una sensibilizzazione a donare il sangue. L’iniziativa avviene proprio nel giorno dedicato alla donazione del sangue.

L’importanza dell’ascolto

La trebisonda di Mauro Banchini Questa domenica 29 maggio in tutte le chiese cattoliche del mondo (sottolineo: del mondo) nel giorno dell’Ascensione si celebra la Giornata delle Comunicazioni Sociali. L’edizione numero 56 di uno tra i frutti del Concilio Vaticano II. Come sempre, il Papa affida le sue riflessioni specifiche a un Messaggio. Quest’anno il tema è centrato sull’ascolto (“Stiamo perdendo – si legge in un passaggio – la capacità di ascoltare chi abbiamo di fronte, sia nella trama normale dei rapporti quotidiani, sia nei dibattiti sui più importanti argomenti del vivere civile”).Una giornata, un tema, utile non solo per giornalisti e comunicatori, come purtroppo si ritiene, ma per chiunque. Specie in un mondo oggi sempre più dominato, spesso manipolato, dai media. Antichi o meno…
Mauro Banchini – “La trebisonda” – post su Facebook del 28 maggio 2022

Leggi “Le parole della domenica” 111

Leggi “Le parole della domenica” 110

Leggi “Le parole della domenica” 109

Leggi “Le parole della domenica” 108
Leggi “Le parole della domenica” 106

Leggi “Le parole della domenica” 105

Leggi “Le parole della domenica” 104

Leggi “Le parole della domenica” 103

Leggi “Le parole della domenica” 102

Leggi “Le parole della domenica” 101

Naturalmente sul sito si trovano archiviate tutte le “Parole della domenica” a partire dalla numero uno ad oggi

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi