Pages Navigation Menu

Le notizie della tua città

Parole della domenica, mobilitazione per salvare il punto nascite all’ospedale di Pescia

Parole della domenica, mobilitazione per salvare il punto nascite all’ospedale di Pescia

Una prima vittoria è stata ottenuta per salvare il punto nascite all’ospedale di Pescia. A fronte della mobilitazione dei sindaci e della nascita di comitati popolari spontanei, martedì a Firenze si terrà il richiesto incontro tra i sindaci della Valdinievole e il presidente della Regione Eugenio Giani. L’obiettivo dei primi cittadini è di richiedere la revoca della chiusura del punto nascite di Pescia. Lo stop è previsto dal 1 giugno, ma, intanto, già non si accettano più partorienti nel reparto.
Non si ferma neppure la mobilitazione popolare: stanno nascendo diversi comitati e si raccolgono firme in diverse zone della Valdinievole. Per la prossima settimana, mercoledi alle 21, per sensibilizzare ulteriormente l’opinione pubblica e fare pressione sui vertici della Asl Toscana Centro e sulla regione Toscana, è stata organizzata una fiaccolata di fronte all’ospedale pesciatino.
Basterà tutto questo per fare cambiare idea alla Regione? Ne sapremo di più dopo l’incontro in Regione, ma i precedenti casi in Toscana non suscitano grande ottimismo.

Come ogni settimana, ho cercato nel web e sui giornali altre storie per chi voglia leggere ma soprattutto per chi voglia riflettere.
Buona domenica a tutti quelli che ci seguono
.

l successo della Fossa Band

Il gruppo della Fossa Band

Qui sono insieme alla Fossa Band, gruppo di giovanissimi musicisti che sabato scorso ha esordito senza paura davanti a oltre 600 persone, alla Festa Giovani di Firenze. Li avevo seguiti un po’ durante le prove ed è stato bello vederli andare alla grande sul palco (io peraltro alla loro età me la facevo sotto quando dovevo suonare in pubblico…)
Fra Federico Russo – post su Facebook del 17 maggio 2022

Terme, verifiche sulle offerte di tre società

Spuntano indicazioni più precise sui tre soggetti che hanno presentato manifestazioni di interesse con maggiori informazioni sulle proprie capacità finanziarie e imprenditoriali per acquistare la maggioranza delle quote azionarie delle Terme, secondo le richieste dell’azienda. Si tratta di un trust di diritto inglese, legato a un noto professionista con studio in città, e due società finanziarie della repubblica Ceca. Le ultime due potrebbero essere legate a stazioni del cosiddetto triangolo delle Terme. Questa zona comprende le città di Karlovy Vary, Marianské Lazne e Frantiskovy Lazne. Si tratta di terme molto eleganti, dall’architettura curata con tanti parchi fioriti, con alberghi e casinò annessi, frequentati anche da politici e personaggi del mondo della cultura. I metodi terapeutici consistono nell’impiego di acque provenienti dalle sorgenti termali e minerali, dalla torba e dai gas naturali.
La Regione inizia a valutare in modo ufficioso le tre manifestazioni di interesse per le Terme, con gli approfondimenti sui soggetti in corsa, in vista dell’imminente assemblea dei soci.
Chiusi i termini di presentazione degli approfondimenti richiesti ai quattro soggetti iniziali, scesi poi a tre, con qualche giorno di proroga adesso inizia la fase degli accertamenti. Regione e Comune, inoltre, devono, scegliere se riproporre un bando a evidenza pubblica o passare a una trattativa privata. Anche in questo caso, pur essendo ormai arrivata la vicenda al finale, prendere una decisione avventata sarebbe disastroso. Nel giro di qualche settimana, dopo che entrambi i soci avranno fatto i necessari approfondimenti sulle realtà in corsa, le Terme decideranno quale procedura scegliere.
La Nazione – 17 maggio 2022

Leggi “Le parole della domenica” 110

Leggi “Le parole della domenica” 109

Leggi “Le parole della domenica” 108
Leggi “Le parole della domenica” 106

Leggi “Le parole della domenica” 105

Leggi “Le parole della domenica” 104

Leggi “Le parole della domenica” 103

Leggi “Le parole della domenica” 102

Leggi “Le parole della domenica” 101

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi