Pages Navigation Menu

Le notizie della tua città

Parole della domenica, Terme assenti alla vetrina internazionale di Parigi

Parole della domenica, Terme assenti alla vetrina internazionale di Parigi

Diciamolo: fa un certo effetto sapere che alla Borsa del termalismo in corso a Parigi Montecatini è assente. Les Thermalies è una vetrina internazionale, dove è stata effettuata la presentazione della guida regionale dell’offerta termale toscana.
Ma quello che più colpisce è che un po’ di Montecatini c’è nella capitale francese. Infatti, Alessandra De Paola, assessore al turismo con la precedente amministrazione guidata da Giuseppe Bellandi, è presente e lavora, ormai da tempo, per Chianciano e Saturnia. Tra l’altro, ha già realizzato diverse iniziative importanti che avrebbero fatto bene anche alla nostra città.
Il perdurare della fase di crisi e di incertezza non aiuta certo il rilancio di Montecatini. Si dovrà attendere la decisione del tribunale sulla concessione del concordato fallimentare e, inevitabilmente, per il futuro ci si dovrà affidare ad un professionista esperto di turismo e di termalismo, materie che conosce bene appunto la De Paola, che ora lavora per la concorrenza.

Come ogni settimana, ho cercato nel web e sui giornali altre storie per chi voglia leggere ma soprattutto per chi voglia riflettere.
Buona lettura a tutti quelli che ci seguono
.
(a cura di Mauro Lubrani)

La scelta di Jacinda

Jacinda Kate Laurell Ardern (26 luglio 1980) è una politica neozelandese, ex 40ª Primo ministro della Nuova Zelanda e capo del Partito Laburista

“Tutte le carriere politiche finiscono con un fallimento”. La celebre battuta di un vecchio leader inglese ha conosciuto anche parecchie eccezioni, ma sembra trovare l’ennesima conferma nella traiettoria di Jacinda Ardern: da protagonista del fenomeno ribattezzato “Jacindamania”, che nel 2017 ne fece una delle più giovani e brillanti portabandiera del progressismo mondiale, al parto mentre era prima ministra giostrando lavoro e carriera come simbolo femminista, alla lotta al terrorismo e al Covid condotte con fermezza e successo, a una rielezione con vittoria a valanga nel 2020, a cui però sono seguiti polemiche, un continuo calo nei sondaggi e infine la decisione un po’ sorprendente di dimettersi per “mancanza di energia”, come se il potere l’avesse rapidamente logorata fino all’orlo di una crisi fisica e nervosa.La sua favola è durata sei anni: troppo poco per una donna che esce di scena ad appena 42 anni. In teoria avrebbe tutto il tempo per rientrarci, prima o poi.
Enrico Franceschini – Anteprima Repubblica – 19 gennaio 2023

La giornata mondiale dell’abbraccio

Dopo il Blue Monday, il lunedì più triste dell’anno, oggi arriva la giornata mondiale dell’abbraccio a risollevare il morale. È ormai risaputo che gli abbracci sono un toccasana per la salute , fanno bene a livello sia fisico che psichico. Secondo i ricercatori dell’Università di Amsterdam, infatti, la Hug Therapy o terapia dell’abbraccio aiuta a dominare ansie, depressione e stress, contribuendo inoltre a renderci mentalmente più forti e più felici. I benefici dell’abbraccio Istituita nel 1986 negli Stati Uniti, questa giornata che cade ogni anno il 21 gennaio , è un’occasione per ritrovare il contatto emotivo e il piacere di un abbraccio, gesto che sempre più sta diventando inusuale, soprattutto nel mondo di oggi dominato dalla frenesia e dall’assenza di manifestazioni d’affetto.
Maurizio Costanzo – La Nazione Buongiorno, 21 gennaio 2023 

Leggi “Le parole della domenica” 145


Leggi “Le parole della domenica” 144

Leggi “Le parole della domenica” 143
Leggi “Le parole della domenica” 142

Leggi “Le parole della domenica” 141

Leggi “Le parole della domenica” 140

Leggi “Le parole della domenica” 139

Leggi “Le parole della domenica” 138

Leggi “Le parole della domenica” 137


“Leggi “Le parole della domenica” 136

Leggi “Le parole della domenica” 135

Leggi “Le parole della domenica” 134

Leggi “Le parole della domenica” 133

Leggi “Le parole della domenica” 132

Naturalmente sul sito si trovano archiviate tutte le “Parole della domenica” a partire dalla numero uno ad oggi

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi