Pages Navigation Menu

Le notizie della tua città

Depositata la proposta d’acquisto della società inglese per le Terme

Depositata la proposta d’acquisto della società inglese per le Terme

Depositata la proposta per acquisire le quote di maggioranza relativa delle Terme di Montecatini. A presentarla, nel giorno della scadenza dell’ultima proroga concessa per il bando, l’International tax advisors limited, società britannica con filiali negli Stati Uniti ed Hong Kong, tredici anni di attività alle spalle ed un a.d. di origini pistoiesi.
È quanto comunica l’assessore regionale Stefano Ciuoffo, che ha seguito fin dall’inizio la vicenda: nel corso della settimana l’offerta sarà aperta e valutata, con particolare riguardo al programma di investimenti e alla nuova futura organizzazione della società termale.
«Si tratta — dice Ciuffo — di un primo passo positivo dell’azione condivisa dei soci pubblici, Regione Toscana e Comune di Montecatini Terme, per la valorizzazione del ruolo e dell’importante patrimonio della società termale».

Soddisfazione anche da parte del sindaco Luca Baroncini: “L’offerta attesa è arrivata nei termini previsti dal bando. Questa è certamente un’ottima notizia che certifica un interesse concreto e la bontà del procedimento intrapreso dai soci Comune e Regione, con il Comune che ha avuto un ruolo molto attivo e propositivo. Questo non è la fine di un percorso, ma siamo ancora all’inizio e il lavoro più importante lo abbiamo davanti adesso. Da oggi infatti la società avrà davanti alcuni giorni di tempo per valutare l’offerta ricevuta e verificarne l’adeguatezza rispetto alle richieste del bando. Aspettiamo quindi che sia completata la procedura, ma c’è ottimismo e soddisfazione. Da parte mia ho sempre creduto e continuerò a sostenere la necessità dell’ingresso di soci, e quindi capitali, privati per il rilancio delle Terme di Montecatini, poiché non ritengo che i soci pubblici da soli possano dare alla società ciò di cui ha realmente bisogno. Mentre privatizzare significherebbe efficienza, competenza e quindi ragionare con una mentalità d’impresa che farebbe svoltare la società, creando nuovi posti di lavoro e portando benessere al turismo, al commercio e quindi a tutta l’economia non solo della città ma dell’intera provincia.Pertanto attendiamo i prossimi giorni, che saranno di intenso lavoro, con fiducia e ottimismo”.

La International Tax Advisor Limited ha uffici anche in Texas e a Hong Kong, conta investimenti dall’energia alla manifattura, dal settore alberghiero a quello immobiliare, vanta un capitale sociale da 500 milioni di sterline e Ceo è Stefano Fabbri di origini pistoiesi.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi