Pages Navigation Menu

Le notizie della tua città

Addio a Milva, grande protagonista di spettacoli negli anni d’oro di Montecatini

Addio a Milva, grande protagonista di spettacoli negli anni d’oro di Montecatini

A pochi mesi dalla scomparsa di Gigi Proietti, Montecatini perde un altro personaggio legato agli anni d’oro degli spettacoli in città. E’ morta, a 81 anni, Milva. Insieme a Proietti fu la conduttrice della trasmissione televisiva “Di che segno sei”, sei puntate in onda su Rai Uno dal Teatro Verdi nel 1988.
Il primo a ricordarla è stato l’ex-sindaco Alberto Lapenna con queste parole: “Oggi ci ha lasciato un mito della canzone italiana e del Teatro, Milva, la Rossa o la Pantera di Gora, protagonista insieme a Proietti delle 6 puntate della trasmissione televisiva “Di Che Vizio Sei” mandate in onda dal Teatro Verdi di Montecatini Terme per sei puntate su Rai 1.Grazie per quello che ha rappresentato per la nostra Città e per l’amicizia di cui mi ha onorato”.

Gigi Proietti e Milva nella trasmissione “Di che segno sei?” (1988) su Rai1
dal Teatro Verdi di Montecatini


Dai trionfi di Sanremo, dove è stata ben dodici volte in gara senza mai vincere un Festival, al teatro impegnato con Strehler, che la lanciò nell’universo di Brecht, partner di Piazzolla in alcune indimenticabili serate di Tango. Aveva collaborato con Vangelis, Luciano Berio ed Ennio Morricone. Ma ancora era stata prima donna di musical con Gino Bramieri. Aveva ottenuto grandi trionfi all’Olympia di Parigi, alla Carnegie Hall di New York, alla Scala, al Regio di Torino e anche in Germania grazie alla padronanza della lingua. Un’artista completa – cantante e attrice – con una voce straordinaria. Era stata anche «complice privilegiata di scrittori e poeti come Alda Merini, Paolo Maurensig, Giorgio Faletti, ai cui testi aveva offerto la sua voce.
Montecatini l’ha vista protagonista dei suoi palcoscenici più importanti: dal Kursaal, dove Inigo Cortesi l’accoglieva come una regina, al Gambrinus per finire al teatro Verdi, dove fu la conduttrice con Proietti di un varietà televisivo di grande successo.

Milva in concerto al Kursaal nel 1965 (Foto Goiorani)


Nel 2010 il suo ultimo spettacolo televisivo e poi la sua lettera di addio alle scene: «Oggi – scrisse – questa magica e difficile combinazione forse non mi è più accessibile: per questo ho deciso di abbandonare definitivamente le scene e fare un passo indietro in direzione della sala d’incisione, da dove posso continuare ad offrire ancora un contributo pregevole e sofisticato». 
Nella lettera di addio alle scene, Milva aveva ricordato gli innumerevoli concerti fatti nei più grandi teatri di tutto il mondo, «dalla Scala al Piccolo Teatro di Milano, dallo Châtelet all’Opéra di Parigi e dallo Schauspielhaus di Zurigo alla Konzerhaus di Berlino, dal Concertgebouv di Amsterdam alla Suntory Hall a Tokyo».
Con un centinaio di album incisi in almeno sette lingue diverse, la «rossa» della canzone italiana si era congedata dal suo «adorato pubblico» presente in ogni parte del globo: Italia, Germania, Svizzera, Austria, Giappone, Francia, Grecia, Spagna, Argentina, Polonia, Olanda, Corea, Croazia, Slovenia, Russia e Stati Uniti.
La cantante, nel settembre 2010 aveva fatto uscire il suo ultimo album, «Non conosco nessun Patrizio», composto e prodotto da Franco Battiato.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi