Pages Navigation Menu

Le notizie della tua città

Parole della domenica per riflettere: i tesori della città per l’Unesco

Parole della domenica per riflettere: i tesori della città per l’Unesco

A guardare il bicchiere mezzo pieno – in un’altra settimana non facile per Montecatini – la speranza viene da alcune buone notizie, che, direttamente o di riflesso, riguardano la nostra città.
In primis, è uscito uno splendido servizio giornalistico su “La Repubblica” dove vengono messi in risalto i nostri tesori nella candidatura di “Patrimonio Unesco” ormai (si spera) in dirittura d’arrivo.
Poi, si è parlato di personaggi lontani come Olivia de Havilland. la splendida Melania di Via con il vento, che pochi giorni fa ha compiuto la bellezza di 104 anni. Può avere avuto una piccola influenza su questa longevità la vacanza tutta cure termali e relax che l’attrice fece anni fa a Montecatini? Sperarlo non costa niente (leggi l’articolo).
Le parole di questa domenica si occupano anche di Henry Kissinger, un altro personaggio che ha visitato Montecatini, del Cirque du Soleil in bancarotta, e di un ex-calciatore come Alex Del Piero, che racconta cose non banali.
Parole cercate e trovate nel web e nei giornali. Per riflettere appunto.
Buona domenica.
(a cura di Mauro Lubrani)

Forse l’errore stava tutto lì. Era l’errore che tutti gli uomini fanno da sempre. Cercare di mostrarsi forti e sprezzanti e vincitori quando forse basta avere il coraggio di chinare la testa e dire: ho paura…

Giorgio Faletti (1950-2014) da “Pochi inutili nascondigli”

TERME E BELLEZZE ARCHITETTONICHE

I banchi mescita delle Terme Tettuccio

Non solo i benefici delle sue acque ma anche i tanti interventi artistici che dal 1700 agli anni Trenta del Novecento l’hanno resa il salotto di nobiltà e celebrità: oggi la città giardino toscana con i suoi itinerari che ne raccontano la storia fa parte del gruppo “Great Spas of Europe” con altre dieci località termali di sette Stati europei. Insieme sono candidate per l’ambito riconoscimento dell’Organizzazione delle Nazioni Unite.
Nell’Ottocento il viale dei Bagni era una passerella di re e regine, politici, attori, ballerine e cardinali. Per ventitré anni consecutivi (18 per la precisione, ndr) Giuseppe Verdi scelse Montecatini per le sue vacanze, ci capitava anche Vittorio Emanuele che aveva la sua stanza all’interno delle Terme. Secoli di storia e un oro trasparente che si chiama acqua termale, hanno fatto viaggiare il nome di questa città toscana nel mondo. Salute e benessere, ma anche arte, architetture liberty.

Laura Montanari – da “La Repubblica” del 2 Luglio 2020

LA RIVINCITA DI KISSINGER

Henry Kissinger a Montecatini accompagnato Al Tettuccio da Ennio Gori, Sirio Maccioni, Ricciardo Pucci e Francesco Bernacchi (Archivio Foto Rosellini)

Esistono poche personalità polarizzanti come Henry Kissinger: per alcuni è un geniale Machiavelli dei nostri tempi, per altri il responsabile morale, e a volte addirittura materiale, di massacri e colpi di stato. Entrambi gli schieramenti, tuttavia, riconoscono all’ex docente di Harvard, consigliere per la sicurezza nazionale e segretario di stato per Nixon e Ford, e premio Nobel per la pace, una straordinaria intelligenza, una grande cultura storica e un formidabile talento diplomatico.

di Antonio Monda – da “La Repubblica” del 29 Giugno 2020

CIRQUE DU SOLEIL SPENGE I RIFLETTORI DELLA FANTASIA

Uno spettacolo del Cirque du Soleil

Fa effetto la notizia che il più famoso circo del mondo, il Cirque du Soleil, ha dichiarato bancarotta per il virus. Fa effetto perché dichiara spudoratamente un tratto tipico delle emergenze, eppure sempre sottovalutato: quando ci si sente a rischio si sviluppa un controllo massimo della realtà, e dunque si smette di sognare. Vi pare poco? La bancarotta dell’immaginazione. Prendete la parola fantasia: discende da un verbo greco che indica l’atto del rappresentare.

 Stefano Massini – da “La Repubblica” del 30 Giugno 2020

LA FELICITA’ DI UN CALCIATORE

Un giovanissimo Alessandro Del Piero con i genitori

“Anche se sono diventato ricco, ho sempre avuto lo stesso approccio alla vita di quando non lo ero. I soldi sì, risolvono un bel po’ di problemi pratici, non si può negare, però conosco un sacco di ricchi tristi, anche nel calcio, e non è retorica. 
In questo mondo c’è solitudine, a volte depressione. Siamo persone con dei sentimenti, persone anche fragili. Vedo gente che ha doni e li spreca, e si butta via. Io sono fiero di come mi hanno cresciuto i miei genitori. Sono fiero di mio padre che si spaccò la schiena come elettricista, e di mia madre che avrà lavato per terra in tutte le case di Conegliano. 
Sono strafelice di avere avuto quell’infanzia, dove i desideri erano in rapporto alle possibilità, mai di più.
E quando cominciava a venire il bel tempo, si usciva nei prati, si rubavano le ciliegie e le pannocchie, e c’era sempre il mio tanto amato pallone. Ed era tutto così straordinario…”

Alessandro Del Piero – ex calciatore e commentatore televisivo

Leggi “Le parole della domenica” 15

Leggi “Le parole della domenica” 14

Leggi “Le parole della domenica” 13

Leggi Parole della domenica 12

Leggi le Parole della domenica 11

Leggi le parole della domenica 10

Leggi le parole della domenica 9

Leggi le parole della domenica 8

Leggi le parole della domenica 7

Leggi le parole della domenica 6

Leggi le parole della domenica 5

Leggi le parole della domenica 4

Leggi le parole della domenica 3

Leggi le parole della domenica 2

Leggi le parole della domenica 1

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi