Pages Navigation Menu

Le notizie della tua città

Parole della domenica, le difficili scelte per fare promozione a Montecatini

Parole della domenica, le difficili scelte per fare promozione a Montecatini

Idee per rilanciare la città. Idee in libertà che spesso si confrontano e qualche volta si scontrano. Non è certo facile pensare ad un rilancio veloce di Montecatini senza un “prodotto” trainante. Il prodotto di Montecatini erano le Terme con le sue acque e tutte le cure collaterali (benessere, fanghi, piscina riabilitazione, aerosol ecc.).
A tutto questo si aggiungeva anche l’abbinamento di programmi di relax nei parchi e di tempo libero negli stessi stabilimenti (Torretta e Salute) e in molti locali come Kursaal, Gambrinus, Panteraie, teatro Verdi, ippodromo, concerti, mostre e aste d’arte. Insomma, c’erano occasioni per tutti i gusti in un ambiente molto elegante e confortevole.
Così oggi, dove molto di tutto questo non esiste più, sullo slancio del riconoscimento Unesco, si sollecitano programmi di promozione in Italia e all’estero per una Montecatini che non c’è più (guardando al passato) e non c’è ancora (pensando al futuro).
Su questo tema si discute molto, perché c’è chi prospetta di fare promozione a 360° e in ogni occasione possibile e c’è chi invece sostiene che la nostra città al momento non può proporsi su certi palcoscenici e attrarre turisti da tutto il mondo senza il rischio di provocare poi il boomerang di possibili giudizi non positivi e delusioni.
Cosa fare allora? Solo aspettare non porta a niente. Sarebbe importante muoversi su due fronti: migliorare quello che è possibile migliorare e iniziare di pari passo un’attività di promozione senza troppi voli pindarici.

Come ogni settimana, ho cercato nel web e sui giornali altre storie per chi voglia leggere ma soprattutto per chi voglia riflettere.
Buona domenica 
(a cura di Mauro Lubrani)

Tre fantastiche ragazze d’oro

Le “fantastiche tre” atlete azzurre: Ambra Sabatini, Martina Caironi e Monica Contrafatto

Impresa storica delle nostre atlete!!! A Tokyo l’Italia monopolizza il podio dei 100 metri T63!!! Questo incredibile capolavoro porta la firma di Ambra Sabatini, Martina Caironi e Monica Contrafatto, comunemente note come le “fantastiche tre”… E che da oggi hanno un motivo in più per essere chiamate tali!Per Ambra la soddisfazione, oltre che della medaglia d’oro, anche di uno spettacolare record del mondo con il tempo di 14,11 secondi. Dopo il trionfo di Marcell Jacobs, la velocità mondiale parla ancora italiano!!!
Tiziana Beghin – post su Facebook del 4 settembre 2021

Da metà ottobre arriva il bonus Terme

La splendida fontana dei coccodrilli di Sirio Tofanari (1926) alle Terme Tettuccio

Dalla seconda metà di ottobre (a meno che la misura non slitti un po’ più avanti) potremo andare alle terme con l’agevolazione dello Stato. Sono 53 milioni di euro le risorse (a esaurimento) disponibili per il Bonus Terme, che ha l’obiettivo di agevolare i cittadini nell’acquisto di servizi termali accreditati e sostenere, così, un settore particolarmente colpito dall’emergenza Covid. 
Pubblicata ai primi di agosto in Gazzetta Ufficiale, la misura prevede un bonus di copertura fino al 100% del servizio acquistato, fino a un massimo di 200 euro. L’eventuale parte eccedente del costo del servizio resta ovviamente a carico del cittadino. Vediamo più nel dettaglio come funziona l’incentivo.
Il Bonus terme sarà disponibile a partire dalla pubblicazione dell’avviso di apertura delle prenotazioni sui siti del Ministero e di Invitalia, fino all’esaurimento delle risorse stanziate (si parla di circa 250 mila voucher da utilizzare nei centri termali accreditati). Nelle prossime settimane Invitalia, dopo aver completato la procedura di accreditamento per le strutture termali, fornirà indicazioni precise sulle modalità di prenotazione, che comunque dovranno essere effettuata presso lo stabilimento termale accreditato, che provvederà a rilasciare un attestato di prenotazione. 
Ma attenzione: la prenotazione ha un termine di validità di 60 giorni dalla sua emissione e i servizi prenotati dovranno essere usufruiti entro tale termine. Sarà poi «l’ente termale presso il quale il cittadino ha fruito i servizi termali», come si legge sul sito del Mise, che «provvederà a richiedere a Invitalia, mediante apposita piattaforma informatica, il rimborso del valore del buono utilizzato dal cittadino».
Il Bonus Terme è rivolto a tutti i cittadini maggiorenni, senza limiti. Come ricorda il Mise, lo può richiedere chiunque sia «residente in Italia, senza limiti di Isee e senza limiti legati al nucleo familiare». Ovviamente, ogni cittadino può richiedere un solo bonus, che a sua volta non è «cedibile a terzi, né a titolo gratuito né in cambio di un corrispettivo in denaro».
Poiché il Bonus Terme è a esaurimento dei 53 milioni di euro stanziati, inevitabilmente si prospetta un click day nel momento in cui Invitalia aprirà le prenotazioni.
da Corriere della Sera – 31 agosto 2021

Leggi “Le parole della domenica” 73

Leggi “Le parole della domenica” 72

Leggi “Le parole della domenica” 71

Leggi “Le parole della domenica” 70

Leggi “Le parole della domenica” 69

Leggi “Le parole della domenica” 68

Leggi “Le parole della domenica” 67

Leggi “Le parole della domenica” 66

Leggi “Le parole della domenica” 65

Leggi “Le parole della domenica” 64

Leggi “Le parole della domenica” 63

Leggi “Le parole della domenica” 62

Leggi “Le parole della domenica” 61

Leggi “Le parole della domenica” 60

Naturalmente sul sito si trovano archiviate tutte le “Parole della domenica” a partire dalla numero uno ad oggi

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi