Pages Navigation Menu

Le notizie della tua città

Parole della domenica ai tempi del virus, un anno fa l’inizio di tutto. La città vuole riscattarsi

Parole della domenica ai tempi del virus, un anno fa l’inizio di tutto. La città vuole riscattarsi

E’ passato esattamente un anno dal giorno in cui scoprimmo che il virus era tra noi e che già non c’era più molto da fare. Dalla negazione, ad “andrà tutto bene”, alle manifestazioni no-mask, al vaccino creato a tempo di record ma distribuito in tempi da flop. Un anno in cui abbiamo salutato persone care e vecchie abitudini che sembravano eterne. Un anno in cui abbiamo imparato a comunicare a distanza e abbiamo dimenticato come ci si abbraccia.
Vediamo la luce in fondo al tunnel? A volte sembra che quella speranza si avvicini, altre che si allontani. Molto è legato alla situazione dei vaccini, che stanno effettivamente andando troppo a rilento e creano deludenti aspettative come riportato dalla tabella che sotto pubblichiamo.
Aggiungiamo quello che sta succedendo a livello sociale ed economico in una città come Montecatini, dove alla crisi del termalismo si è aggiunta quella provocata dal virus. Il settore turistico e commerciale è in ginocchio in maniera più grave di quanto risulti nel resto della Toscana e dell’Italia. Quanto tempo ci vorrà a ripartire? Qualche albergo ci sta provando, lanciando offerte di vacanze per la prossima estate, ci sono programmi per un “turismo verde”, per gli “Uffizi diffusi” e per un “festival dell’inverno” ma molto dipenderà ancora dagli spazi che ci lasceranno questo virus e le sue varianti. Però, alcuni operatori stanno mostrando voglia e forza di reagire. Il loro esempio può essere positivo anche per altri.
Le parole della domenica – raccolte come sempre nel web e nei giornali – sono dedicate tutte a prospettive legate all’economia della nostra città: dalle cure per postumi Covid alle Terme ed altre terapie per il futuro, alla sfida e-commerce dei “Centri commerciali naturali.
Buona domenica e buona lettura. 
(a cura di Mauro Lubrani)

da “Il Tirreno” del 19 febbraio 2021

Acque termali per curare i postumi del Covid

La pandemia ha riportato le terme all’antica tradizione, si va negli stabilimenti non solo per trattamenti rilassanti e di bellezza, ma anche per curarsi con metodi naturali. Il virus lascia in molte persone che sono guarite strascichi importanti dal punto di vista respiratorio e motorio. I sintomi più comuni per le persone che hanno avuto a che fare con il Covid sono l’affaticamento, la stanchezza, la difficoltà respiratoria e l’assenza di forza. Tanto che spesso questi soggetti devono ricorrere a percorsi di riablitazione. Ed è qui che entrano in gioco le terme.
Inalazioni, aerosol. medicina sportiva, ma anche con la cura idropinica. Allo stabilimento “Redi” il percorso è già stato avviato. Per adesso è a pagamento, ma dalla primavera dovrebbero scattare le convenzioni. Manela Scaramuzzino, direttore sanitario delle Terme, sottolinea come il progetto sia basato “sulla riabilitazione motoria e respiratoria. L’utilizzo della terapia idropinica consente di rafforzare la cura, l’effetto immunitario e ridurre una serie di infiammazioni provocate dal Covid-19”.
Cure che possono avere una triplice valenza: quella sanitaria, alleggerire il sistema ospedaliero da mesi sotto pressione e infine portare un po’ di soldi nelle casse delle Terme, che a causa del covid hanno visto praticamente sparire la clientela nell’anno appena trascorso.

Le Terme offrono le terapie del futuro

A breve le Terme di Montecatini parteciperanno anche a un forum internazionale (che si terrà online) con tutte le principali stazioni termali continentali organizzato dal ministero della sanità russo e dalla federazione mondiale di idroterapia. In questa prestigiosa sede le Terme interverranno con una presentazione sull’offerta della città dal punto di vista non solo turistico ma appunto sulle nuove frontiere del termalismo del futuro prossimo, dove le acque sono utilizzate per nuove terapie rimodulate sulla sostenibilità e la sicurezza, in funzione delle esigenze terapeutiche post covid. Insomma l’occasione di far diventare un’opportunità quello che è stato un disastro epocale. Quindi per adesso terme più come cura che centro benessere.

Sfida digitale per i “Centri commerciali”

 I Centri Commerciali Naturali, nati 15 anni fa a Montecatini e a Pistoia per valorizzare le piccole attività dei centri storici e dello shopping, sono pronti a lanciarsi nella sfida del digitale e dell’e-commerce, con l’obiettivo di trovare nuovi mercati e possibilità di lasciarsi alle spalle la crisi economica causata dalla pandemia. Le associazioni di categoria Confcommercio e Confesercenti sono unite nell’intento di avviare un progetto del genere, che sembra destinato a trovare sostegno e collaborazione dalle due amministrazioni comunali e dalla Regione.
da “La Nazione” del 18 febbraio 2021

Leggi “Le parole della domenica” 45

Leggi “Parole della domenica” 44

Leggi “Le parole della domenica” 43

Leggi “Le parole della domenica” 42

Leggi “Le parole della domenica” 41

Leggi “Le parole della domenica” 40

Leggi “Le parole della domenica” 39

Leggi “Le parole della domenica” 38

Leggi “Le parole della domenica” 37


Leggi “Le parole della domenica” 36

Leggi “Le parole della domenica” 35

Leggi “Le parole della domenica” 34

Leggi “Le parole della domenica” 33

Leggi “Le parole della domenica” 32


Leggi “Le parole della domenica” 31

Leggi “Le parole della domenica” 30

Naturalmente sul sito si trovano archiviate tutte le “Parole della domenica” a partire dalla numero uno ad oggi


 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi