Pages Navigation Menu

Le notizie della tua città

Parole della domenica ai tempi del virus, Montecatini esclusa dal progetto “Uffizi diffusi”

Parole della domenica ai tempi del virus, Montecatini esclusa dal progetto “Uffizi diffusi”

Uffizi sempre più diffusi in Toscana, secondo un progetto del direttore Eike Schmidt, che punta al decentramento virtuoso di una ricchezza che può fare un gran bene a tutta la regione senza nulla togliere alla centralità di Firenze, grazie all’utilizzo di specifici fondi europei.
Il primo annuncio è stato quasi uno choc per Montecatini: infatti, di recente, il professor Eike Schmidt, direttore degli Uffizi, ha visitato, accompagnato anche dal Governatore Eugenio Giani, le Terme del Corallo di Livorno (simbolo dello sfregio più grave al patrimonio livornese come del resto lo sono molti nostri stabilimenti termali) con la prospettiva di farne la potenziale sede di esposizione di una parte dell’immenso patrimonio artistico che giace nei magazzini del museo fiorentino.
Ma c’è di più. Il progetto degli “Uffizi diffusi” prevede altre sedi nel territorio dell’Empolese-Valdelsa, secondo quanto lo stesso Schmidt ha illustrato agli 11 sindaci dell’Unione dei comuni in una riunione streaming del 5 gennaio.
Vediamo cosa prevederebbe al momento il progetto: opere degli Uffizi andrebbero nella villa medicea dell’Ambrogiana, ex sede dell’Ospedale psichiatrico giudiziario di Montelupo, nella Villa di Careggi a Firenze, ad Anghiari come principali punti di riferimento. Ci sarà anche il Centro visite del Parco foreste casentinesi dove arriverà il “Ritratto di Dante” realizzato da Andrea del Castagno.
La Valdinievole non rimarrebbe esclusa. Infatti, tra i luoghi prescelti c’è anche il Museo Civico di Pescia, dove troveranno ospitalità una decina di opere del Medioevo e del primo Rinascimento, e tra i possibili candidati a diventare una “Succursale degli Uffizi” c’è anche Villa Bellavista a Borgo a Buggiano, dopo che sarà completato un importante progetto di restauro e valorizzazione artistica che prevede un investimento di circa 7 milioni.
A questo punto viene da chiederci perché da tutto questo progetto rimanga esclusa Montecatini, che, in un passato abbastanza recente, ha avuto rapporti con gli Uffizi per una bella e significativa mostra allestita alle Terme Tamerici dall’allora assessore Bruno Ialuna. Montecatini, tra l’altro, avrebbe gli ambienti adatti per valorizzare al meglio le opere e per attrarre comodamente tanti visitatori. Potrebbe essere questo un primo segnale di rinascita della città dal punto di vista culturale e turistico. Ma al momento non rientra nei programmi del direttore degli Uffizi. Crediamo che ci potrebbero essere modi e tempi per un recupero.
Le parole della domenica – raccolte come sempre nel web e nei giornali – ci parlano oggi – della scomparsa a 36 anni di un famoso cavallo, padre del campione Varenne ma a sua volta protagonista degli ippodromi italiani, e del successo del “Canto d’amore” composto venti anni fa dal frate montecatinese Federico Russo.
Buona lettura. 
(a cura di Mauro Lubrani)

ADDIO A WAIKIKI BEACH, PADRE DEL GRANDE VARENNE

Una splendida immagine per ricordare Waikiki Beach con l’uomo che lo ha seguito in questi ultimi anni
Per sempre. 
Solo per sempre. 
Ci sono ricordi che resteranno impiantati nella nostra memoria,
nel nostro cuore, per sempre. 
Sarai in ogni parte del Mondo.
Sarai in un prato verde
per l' Eternità .
Grazie WAIKIKI❤BEACH 
per quello che sei stato e per quello che continuerai ad essere!
Doriana Carfagna - post su Facebook del 8 gennaio 2021 sulla pagina di Rifugio Equino - Nibbio Alato

IL CANTO D’AMORE DI FRA FEDERICO RUSSO

Federico Russo, il frate montecatinese cantautore e scrittore

20 anni fa scrissi questa canzone, che fu eseguita per la prima volta davanti a un pubblico ristretto di un ritiro di Capodanno alla Verna. Qualche mese dopo fu l’inno del Capitolo dei Giovani e da, lì in poi, è diventata di tutti. Ha accompagnato matrimoni, battesimi, funerali, Giornate Mondiali della Gioventù; è stata eseguita nei modi più disparati e tradotta in altre lingue. Adesso la ripropongo anch’io in una nuova veste, che ho realizzato insieme ad alcuni amici con cui ho condiviso le esperienze musicali di questi ultimi anni. Tutto nacque leggendo queste parole del libro di Isaia: “Se dovrai passare in mezzo al fuoco, non ti scotterai… perché tu sei prezioso ai miei occhi… non temere perché io sono con te”. Parole che risalgono ad un’epoca lontana e che sono ancora vive e attuali, piene di significato per ognuno di noi.Grazie a tutti quelli che hanno collaborato: Elena Bellucci, Lorenzo Falorni, Mario Costanzi, Marco Ragno, Giovanni Borriello, i bambini e le catechiste della parrocchia di S. Maria Assunta di Poggibonsi, i frati della mia comunità e tutti gli amici che non sono presenti in questa registrazione ma che hanno suonato e cantato con me l’amore di Dio nel corso degli anni.
Fra Federico Russo – post su Facebook del 8 gennaio 2021

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Leggi “Le parole della domenica” 39

Leggi “Le parole della domenica” 38

Leggi “Le parole della domenica” 37


Leggi “Le parole della domenica” 36

Leggi “Le parole della domenica” 35

Leggi “Le parole della domenica” 34

Leggi “Le parole della domenica” 33

Leggi “Le parole della domenica” 32


Leggi “Le parole della domenica” 31

Leggi “Le parole della domenica” 30

Leggi “Le parole della domenica” 29

Leggi “Le parole della domenica” 28

Leggi “Le Parole della domenica” 27

Leggi “Le parole della domenica” 26

Leggi “Le parole della domenica” 25

Leggi “Le parole della domenica” 24

Leggi “Le parole della domenica” 23

Leggi “Le parole della domenica” 22

Leggi “Le parole della domenica” 21

Leggi “Le parole della domenica” 20

Naturalmente sul sito si trovano archiviate tutte le “Parole della domenica” a partire dalla numero uno ad oggi

One Comment

  1. Perche il giornalista Lubrani con il Sindaco non vanno a trovare Smith direttore degli uffizi?

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi