Pages Navigation Menu

Le notizie della tua città

Parole della domenica ai tempi del virus, la Toscana cambia colore ma il Natale sarà diverso

Parole della domenica ai tempi del virus, la Toscana cambia colore ma il Natale sarà diverso

La buona notizia è che da oggi la Toscana torna in Zona arancione e la situazione dell’epidemia sta migliorando, tanto che si spera di poter tornare presto a colorare la nostra Regione di giallo e avvicinare il nostro Rt allo zero.
La cattiva notizia è che da qui a fine gennaio l’Italia potrebbe vedere il numero complessivo dei morti a causa del Covid salire fino a quota 90 mila. La stima è stata fatta dall’Institute for health metrics and evaluation dell’Università di Washington, finanziato dalla fondazione di Bill e Melinda Gates.
E’ certo, comunque, che il nostro Natale sarà diverso senza quell’atmosfera gioiosa che contraddistingueva la festa, mentre la città si è giustamente colorata di luci e addobbi in segno di speranza. Non potrebbe essere altrimenti: ci sono i troppi morti, tante persone che stanno male, le impreviste difficoltà economiche di molte famiglie. Poi, ci sono le regole e i divieti imposti, che ci consigliano (e ci obbligano) di usare prudenza e attenzione perché il virus continua a circolare. Per il vaccino ci sono ancora alcuni mesi da attendere.
Abbiamo pubblicato nei giorni scorsi il racconto di una famiglia montecatinese sconvolta dall’arrivo del Covid (leggi l’articolo). Serve per riflettere.
Le parole della domenica – raccolte nel web e nei giornali – ci parlano della giornata mondiale del suolo e del bisogno di salvare la Terra dall’invasione del cemento (anche Montecatini ne sembra interessata da vicino con il nuovo progetto di recupero delle Terme); infine, di un messaggio di speranza che ci viene da una riedizione dell’ultimo libro di Tiziano Terzani.
Buona domenica e buona lettura a chi vuole seguirci. 
(a cura di Mauro Lubrani)

IL CUORE DEL TETTUCCIO

Il grande cuore creato con le foglie raccolte nel parco delle Terme Tettuccio dalle volontarie dell’associazione “Gli Angeli del Bello” (Foto Paola Torri Del Guerra)

GIORNATA MONDIALE DEL SUOLO: SALVIAMO LA TERRA DAL CEMENTO

Il 5 dicembre è stata la giornata mondiale del suolo. Istituita ufficialmente dalla Fao nel 2014, questa celebrazione è legata all’urgente necessità di sensibilizzare il grande pubblico (e non solo) alla cruciale tematica della salvaguardia del suolo, bene comune non tutelato e sempre più depredato dall’azione dell’uomo.
Carlo Petrini – “La Repubblica” del 5 dicembre 2020

MESSAGGIO DI ARMONIA CON LA NATURA LASCIATO DA TERZANI

Tiziano Terzani (1938-2004)

La fine è il mio inizio (uscito postumo per Longanesi nel 2006) è al centro di un’iniziativa nata per raggiungere tutti coloro che vivono questo tempo di emergenza, soprattutto i giovani. Una versione ripensata e ridotta del celebre libro, La fine è il mio inizio Redux, curata da Folco Terzani e con immagini anche inedite, sarà disponibile online da lunedì 7 dicembre in versione digitale e gratuita (sul sito vicinolontano.it), da scaricare e condividere.
Divisa in quattro parti come le fasi della vita (gioventù; famiglia e lavoro; ritiro; finale), la versione redux raccoglie il messaggio spirituale di Terzani: la ricerca di una vita piena con la consapevolezza di essere parte di una realtà più vasta, universale. Un testo sapienziale che fu l’ultimo dialogo dell’autore con il figlio prima della morte, e che narra le sue esperienze, l’infanzia povera a Firenze, i viaggi in Oriente, l’Himalaya, il ritiro a Orsigna (Pistoia), la malattia.
«Ricordo — spiega Folco Terzani al “Corriere” — come mio padre parlava dell’11 settembre, come di un’occasione, anche se drammatica, per una presa di coscienza mondiale. Ora, con la pandemia, viviamo qualcosa che non vediamo in tv ma che ci tocca tutti da vicino e riguarda la cosa più profonda, la paura della malattia, la morte, il nostro senso di impermanenza. Tutti chiusi come in un monastero, ognuno nella sua cella, cosa possiamo fare? Usare questo tempo per andare nel profondo».
Folco Terzani – da “Corriere della Sera” 2 dicembre 2020

IL VACCINO PUO’ ATTENDERE

Questa campagna d’autunno contro l’influenza stagionale avrebbe dovuto essere la più estesa e veloce di sempre. Gli inviti degli esperti a vaccinarsi e a vaccinare la più ampia fetta possibile di popolazione erano iniziati già prima dell’estate. E la spiegazione che immunizzarsi almeno contro l’influenza avrebbe permesso di non confondere qualsiasi malanno con il Covid, e di non sovraccaricare il lavoro di medici e ospedali, era sembrato il perfetto assioma del buon senso applicato alla prevenzione. 
Invece per molti, forse per troppi, la richiesta di una dose di vaccino è diventata una caccia al tesoro. E i racconti di persone a rischio che hanno atteso settimane o di pazienti che si sono visti cancellare l’appuntamento già fissato con il medico o di ricette rimaste in giacenza in farmacia senza esito, sono diventate all’ordine del giorno. Finché in diverse regioni, come la Lombardia, il Piemonte o la Puglia, la somministrazione si è di fatto interrotta.
Cristiana Salvagni – “La Repubblica” 2 dicembre 2020

Leggi “Le parole della domenica” 34

Leggi “Le parole della domenica” 33

Leggi “Le parole della domenica” 32


Leggi “Le parole della domenica” 31

Leggi “Le parole della domenica” 30

Leggi “Le parole della domenica” 29

Leggi “Le parole della domenica” 28

Leggi “Le Parole della domenica” 27

Leggi “Le parole della domenica” 26

Leggi “Le parole della domenica” 25

Leggi “Le parole della domenica” 24

Leggi “Le parole della domenica” 23

Leggi “Le parole della domenica” 22

Leggi “Le parole della domenica” 21

Leggi “Le parole della domenica” 20

Leggi “Le parole della domenica” 19

Leggi “Le parole della domenica” 18

Leggi “Le parole della domenica” 17

Leggi le parole della domenica 16

Leggi “Le parole della domenica” 15

Naturalmente sul sito si trovano archiviate tutte le “Parole della domenica” a partire dalla numero uno ad oggi

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi