Pages Navigation Menu

Le notizie della tua città

Parole della domenica ai tempi del virus: aspettando i vaccini e la “rinascita” di Montecatini

Parole della domenica ai tempi del virus: aspettando i vaccini e la “rinascita” di Montecatini

Cosa ci aspettiamo da questo nuovo anno arrivato da pochi giorni? La risposta più scontata è che ci consenta di tornare ad una vita (quasi) normale, anche se non sarà né semplice né imminente abolire del tutto mascherine e distanziamento. Infatti, sono queste due parole che possono condizionare la nostra vita anche in futuro e garantirci sicurezza.
Il vaccino, secondo gli scienziati, al momento non può darci la certezza di una immunità sicura, ha bisogno di essere iniettato su un gran numero di persone, verificarne la risposta di ogni singolo organismo anche alla luce delle numerose mutazioni che il virus ci propone.
Senza dimenticare che in Italia l’indice di contagio resta ancora troppo alto e che alla riapertura del 7 gennaio alcune regioni potrebbero trovarsi di nuovo in rosso. La Toscana punta ad essere colorata di giallo, ma comunque nella giornata di ieri ha fatto registrare quasi 500 nuovi casi.
Soprattutto, voltando pagina, sarà un anno di speranza per Montecatini, per il suo turismo, per le Terme e per la sua economia. Crediamo che ci vorrà ancora tempo per uscire dal tunnel: il crollo della scorsa primavera è stato improvviso e inaspettato, la ripresa arriverà invece piano piano lasciandosi dietro tante imprese che non ce la faranno a ripartire. Però, dobbiamo crederci, per una volta ancora tutti insieme per un obiettivo comune: quello di riportare in alto Montecatini.
Le parole della domenica – raccolte nel web e nei giornali – ci parlano – oltre a due messaggi di Mattarella e Montalcini – della libertà di stampa (che non c’è) in Cina, di vaccini e no-vax e dell’anno dedicato a Dante Alighieri..
Buona lettura a chi vuole seguirci e che il nostro Anno sia davvero quello della rinascita. 
(a cura di Mauro Lubrani)

LE SAGGE PAROLE DI MATTARELLA AGLI ITALIANI

E’ tempo di costruttori, nei prossimi mesi non sono ammesse distrazioni
Vaccinarsi contro il Covid è un dovere, io lo farò. Il 2021 sarà l’anno della ripartenza

Sergio Mattarella – Presidente della Repubblica
Rita Levi Montalcini (Torino, 22 aprile 1909-Roma, 30 dicembre 2012)

LIBERTA’ DI STAMPA IN CINA

La giornalista cinese Zhang Zhan, è stata condannata a quattro anni per essere stata la prima a raccontare i contagi di Covid-19 a Wuhan. Motivazione della sentenza per aver “provocato litigi e problemi”. Viva la libertà di stampa.
Gabriele Galligani – giornalista dal post su Facebook del 29 dicembre 2020

VACCINI SPERANZA CONCRETA DI VITA

Nella giornata del comprensibile, ma forse un po’ eccessivo bombardamento mediatico sul via alle vaccinazioni, è partito sui social il bombardamento dei no Vax. Fra le tante affermazioni mi ha colpito quella che definisce su Fb i primi vaccinati “cavie”. Non mi piacciono i toni forti ma questa è una follia. Cavie erano gli uomini e le donne, ebrei ma non solo, che nei campi di sterminio nazista furono sottoposti a allucinanti sperimentazioni  che si concludevano con morti atroci. So bene che ci sono negazionisti dei campi di sterminio, dell’Olocausto e via negando.
E’ un virus che si ripete ma i vaccini sono una speranza concreta di vita. Chi non vuole vaccinarsi non è obbligato  anche se fa un danno a sé stesso e agli altri ma il bombardamento terroristico è una infamia.
Pierandrea Vanni – (sindaco di Sorano/giornalista) 
post su Facebook del 27 dicembre 2020

L’ANNO DI DANTE E DELLE SUE PAROLE

Dante e la Divina Commedia nel Duomo di Firenze

Una parola al giorno. Per ciascuno dei 365 giorni dell’anno dantesco, dal 1° gennaio al 31 dicembre 2021, nel sito Internet dell’Accademia della Crusca apparirà una diversa parola o espressione di Dante arricchita da un breve commento, pensato per raggiungere il pubblico più ampio. 
La parola di Dante, “fresca di giornata” nonostante i 700 anni che ci separano dalla morte del sommo poeta, sarà rilanciata attraverso i canali social dell’Accademia (Facebook, Twitter, Instagram). Anche in questo modo si intende sottolineare la capacità creativa, l’attualità e la straordinaria leggibilità del grande poeta. L’iniziativa si tiene nell’ambito delle celebrazioni dei Settecento anni dalla morte di Dante Alighieri. Per conoscere le numerose iniziative dell’Accademia e quelle delle altre istituzioni fiorentine, è possibile consultare il sito web dell’Accademia della Crusca accademiadellacrusca.it e quello del Comune di Firenze 700dantefirenze.it. 
da “Il Tirreno” del 31 dicembre 2020

Leggi “Le parole della domenica” 38

Leggi “Le parole della domenica” 37


Leggi “Le parole della domenica” 36

Leggi “Le parole della domenica” 35

Leggi “Le parole della domenica” 34

Leggi “Le parole della domenica” 33

Leggi “Le parole della domenica” 32


Leggi “Le parole della domenica” 31

Leggi “Le parole della domenica” 30

Leggi “Le parole della domenica” 29

Leggi “Le parole della domenica” 28

Leggi “Le Parole della domenica” 27

Leggi “Le parole della domenica” 26

Leggi “Le parole della domenica” 25

Leggi “Le parole della domenica” 24

Leggi “Le parole della domenica” 23

Leggi “Le parole della domenica” 22

Leggi “Le parole della domenica” 21

Leggi “Le parole della domenica” 20

Naturalmente sul sito si trovano archiviate tutte le “Parole della domenica” a partire dalla numero uno ad oggi

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi