Pages Navigation Menu

Le notizie della tua città

Il santo, la frase, il film e le parole del giorno

Il santo, la frase, il film e le parole del giorno

IL SANTO 

San VINCENZO DI SARAGOZZA   Diacono e martire
III/IV sec.
Uno dei santi più radicati nella memoria religiosa della Spagna, san Vincenzo di Saragozza, oggi ci ricorda come non servano “qualifiche” per diventare maestri e guide nella comunità cristiana, basta la volontà di testimoniare senza mediazioni il Vangelo. Era un diacono vissuto a cavallo tra il III e IV secolo e lavorava al fianco del vescovo Valerio, che sapeva di avere nel suo collaboratore un grande sostegno grazie al coraggio e alle capacità dimostrate. Vescovo e diacono venne arrestati, probabilmente nell’anno 304, durante la violenta persecuzione anticristiana scatenata da Diocleziano. Fu subito chiaro che tra i due il più “pericoloso” era Vincenzo, il cui eloquio era accompagnato dalla solida volontà di non cedere al persecutore. Atroci furono le torture che fu costretto a subire e che lo portarono alla morte.

IL BUONGIORNO

“Ci vuole un bel fisico per correre dietro ai sogni”.
(Stefano Benni)

La parola del giorno

sensibile

È disponibile il nuovo Zingarelli 2022. Per maggiori informazioni clicca qui.

sen–si–bi–le
sensı̀bile🔊 / senˈsibile /
[ vc. dotta, dal lat. sensĭbile(m), da sēnsus, part. pass. di sentīre ‘percepire’ ☼ av. 1294 ]

agg. 
❖ che si apprende, si percepisce, si conosce e sim. mediante i sensi:
mondo sensibileesperienza sensibilecose sensibili
❖ che si manifesta ai sensi in modo evidente:
rumore, suono appena sensibile

❖ che si fa sentire con una certa intensità:
sensibile miglioramento

❖ notevole, rilevante:
la differenza fra i due è sensibileè stato un sensibile danno

❖ di notevole importanza e particolare delicatezza:
temi eticamente sensibili
● obiettivo sensibile, V. ● dati sensibili, V. ❖ che sente, riceve impressioni attraverso i sensi:
l’uomo è un essere sensibile

❖ che risponde in modo intenso a uno stimolo (+ a):
gli occhi sono molto sensibili alla luce artificiale
❖ fig.   che si dimostra particolarmente ricettivo nei confronti di dati stimoli (+ a):
essere sensibile al fascino femminile, alla bellezza, alle lodi, ai rimproveri
❖ che sente in modo particolarmente intenso determinate situazioni emotive, ambientali e sim. :
ha un carattere troppo sensibileè una bambina molto sensibile
Sin. sensitivo Contr. insensibile
❖ tecnol.   detto di strumento di misura, che avverte le variazioni della grandezza da misurare
7 ● fotogr.   materiale sensibile, ricoperto da una speciale emulsione che lo rende atto a essere impressionato dalla luce
● sensibilménte, avv. 
❖ in modo sensibile, con i sensi:
comprendere sensibilmente
❖ molto, notevolmente:
la qualità è sensibilmente aumentata
❖ † fisicamente

● sensibilità, s. f. inv. (V.)

s. m. 
❖ ciò che si può apprendere, percepire, conoscere e sim. mediante i sensi

s. f. 
❖ mus.   settimo grado della scala diatonica, cosiddetto per l’impulso dinamico verso la tonica

La parola è tratta da:
lo Zingarelli 2022
Vocabolario della lingua italiana
di Nicola Zingarelli
Zanichelli editore

Seguici su Facebook e Instagram 

Il film del giorno

Questa sera, su RaiStoria ore 21:10Il Morandini consiglia: 

Ho fatto splash
It. 1980
GENERE: Comico DURATA: 95′ VISIONE CONSIGLIATA: T
CRITICA: 3,5 PUBBLICO: 3
REGIA: Maurizio Nichetti
ATTORI: Maurizio Nichetti, Angela Finocchiaro, Luisa Morandini, Carlina Torta, Flavio Bonacci, Walter Valdi

Nella casa milanese dove convivono Carlina, maestrina e promessa sposa, l’aspirante attrice Luisa e la nullafacente Angela, alle prese con un bimbetto depositato da un’amica in viaggio, arriva Maurizio, svegliatosi da un sonno di vent’anni. 2° film di Nichetti che ricorre – fatto raro – a un trio di giovani e pimpanti attrici e al suono in presa diretta, altra novità nel cinema italiano dell’epoca. Sono, in un certo senso, due film in uno: la commedia, puntata sulle 3 ragazze, e il film comico con i suoi strepitosi blocchi (il matrimonio in chiesa, il ricevimento di nozze, La tempesta di Shakespeare-Strehler che va a ramengo) dove l’azione fa perno sulle doti clownesche di Nichetti. Insolita ricchezza di gag visive in cui traspare la lezione del grande cinema comico muto. Finale in diminuendo, come per chiudere su una nota di malinconia questa commedia su una generazione in parcheggio tra l’adolescenza e l’età adulta. Nel 2003 restaurato ed edito in DVD.

La recensione del film è tratta da:
il Morandini 2022
a cura di Laura Morandini, Luisa Morandini, Morando Morandini
Zanichelli editore

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi