Pages Navigation Menu

Le notizie della tua città

Il museo civico Moca riapre all’insegna del disegno

Il museo civico Moca riapre all’insegna del disegno

Nuovamente in cammino verso il Florilegio Italiano! Dopo mesi difficili anche per il mondo delle arti e della cultura, il Mo.C.A. finalmente torna alla fruibilità di concittadini ed ospiti. Interrotta a più riprese dalle decisioni governative la mostra “dalla Macchia a Modì”, con la rassegna DISEGNO IN SEGNO, si propone all’attenzione del pubblico, fino al 29 agosto, una parte consistente e qualificata della Collezione della Grafica e del Disegno della nostra Galleria Civica. 

L’iniziativa proposta ha tre forti caratterizzazioni: quella del disegno come tema principe, quella dell’esposizione di opere di esclusiva proprietà dell’Ente, quella della novità, in quanto basata su lavori singolari e di rara bellezza. 

Si tratta di una raccolta di opere che potremmo definire storiche, quali i deliziosi appunti di taccuino di Fillide Giorgi Levasti, fiorentina allieva di Giovanni Fattori, integrate da un significativo ventaglio di quanto più recentemente acquisito in collezione, sia di autori del passato come Delacroix, Klinger, De Carolis, che di contemporanei quali Mongatti, Ceccotti, Cacciarini, Franchi, Granchi. 

Considerato che saranno esposti Telemaco Signorini, Viani, Colacicchi, Capocchini, Bugiani e altri autori altrettanto meritevoli e validi che per brevità non segnaliamo, la mostra potrebbe anche chiamarsi, come linea di tendenza e senza eccesso alcuno, “Insegno il disegno”.

Il Mo.C.A. è il frutto di anni di lavoro e di molti generosi contributi di idee. 

Costituisce un creativo filo rosso che partendo dalla donazione della grande tela di Joan Mirò nei primi anni Ottanta del Novecento si è consolidata nelle successive acquisizioni del Centro d’Arte Moderna e Contemporanea, per sfociare nel 2012 nella organica realizzazione degli spazi espositivi ricavati negli ambienti ove si trovavano le “Regie Poste” in Municipio. 

Un filo rosso che dal Palazzo Comunale è destinato a congiungersi su l’altro lato di Viale Verdi per essere allacciato alla progettazione di una futura e più ampia struttura che sarà ospitata nella vicina Palazzina Regia, diramandosi contemporaneamente in tutta la penisola italiana attraverso l’iniziativa “Florilegio Italiano – Artisti invitano Artisti” che l’Amministrazione Comunale ha avviato grazie alla collaborazione generosa di quattro artisti Accademici delle arti del disegno. 

Si riparte con un Mo.C.A. in buona forma e dalle prospettive importanti, non dimenticando le origini da cui è partito e si è consolidato l’iniziale progetto, quelle appunto delle germinanti arti del disegno. Ci apprestiamo quindi ad una nuova tappa di questo lungo cammino, il cui percorso è ben delineato nelle logiche politiche e culturali che stanno innervando l’impegno dell’Amministrazione Comunale, teso a condurre il Mo.C.A e anche attraverso esso la Città di Montecatini Terme a livelli sempre più attenti alla sua storia rigenerata nella contemporaneità.

La rassegna sarà aperta dal martedì al venerdì dalle 10.00 alle 12.00 e sabato e domenica dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.00.

L’ingresso alla Galleria Civica è libero ma su prenotazione nel rispetto della normativa anti-COVID 19.

Per info:

  • Mo.C.A. – Tel. 366/7529702 (in orario d’apertura) E-mail: mocamct@gmail.com
  • Ufficio cultura – E-mail: cultura@mct.it

sito web: http://www.mocamontecatini.it/

– Ufficio Cultura del Comune: Tel. 0572/918299 dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 12.30 e il martedì e giovedì anche dalle 15.00 alle 17.00. E-mail: cultura@mct.it

Leggi anche: Tre acqueforti del prof. Vairo Mongatti donate al Moca

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi