Pages Navigation Menu

Le notizie della tua città

Successo dei mercatini di antiquariato a Pescia e Monsummano; ora si aggiunge Lamporecchio. Domenica 9 maggio “Pescia antiqua” fa poker

Successo dei mercatini di antiquariato a Pescia e Monsummano; ora si aggiunge Lamporecchio. Domenica 9 maggio “Pescia antiqua” fa poker

La Valdinievole, con le principali città che sono Montecatini Terme, Pescia  e Monsummano Terme, ha una grande tradizione con l’antiquariato che si porta dietro nel tempo quando arrivavano turisti da tutte le parti del mondo per passare le cure termali o per trovare un tranquillo riposo.
Molte le gallerie d’arte che effettuavano le aste serali e, addirittura, pomeridiane,  facendo delle vendite, un vero e proprio spettacolo molto seguito dal pubblico.
Poi le cose sono cambiate e molti negozi e case d’asta hanno chiuso: oggi  gli oggetti dell’antiquariato si trovano su internet e le vendite si effettuano on line ma volete mettere il gusto, la gioia, la passione di vedere un mobile, un quadro, una statua, un oggetto dal vivo?…poterlo toccare , accarezzare, annusarne il profumo che sa di antico ?
Tutto questo è ancora possibile solo nei pochi negozi che sono rimasti aperti, dove vengono trattati prevalentemente oggetti di alto valore oppure  nei  i mercatini dove si trova un po’ di tutto, a buon prezzo, e dove tutti si sentono “protagonisti”.
Sta di fatto che i visitatori che frequentano i mercatini sono in continua crescita così come gli operatori che, con le loro coloratissime bancarelle, invadono periodicamente strade e piazze delle città più importanti.
In Valdinievole sono due, attualmente, le città che ospitano i mercatini dell’antiquariato nei loro centri storici e a queste sta per aggiungersi una terza.
Pescia ospita, ormai da 12 anni, la manifestazione più importante: PESCIA  ANTIQUA; in programma alla quarta domenica di tutti i mesi più diverse edizioni speciali che si tengono per particolari ricorrenze. Oltre 150 espositori riempiono Piazza Mazzini con l’antiquariato selezionato e tutto il centro cittadino, fino ad arrivare, a volte, anche in piazza Matteotti e piazza XX Settembre con il mercatino vintage, lo spazio per i collezionisti, l’artigianato e i prodotti gastronomici tradizionali. Protagonista indiscussa della manifestazione è la carta antica proposta in tutte le sue espressioni, libri, stampe, posters, riviste, fumetti, banconote, oggetti in cartapesta e tanto altro ancora ma è possibile trovare anche mobili, soprammobili, oggettistica di ogni tipo, dischi in vinile, musicassette e tante proposte per un regalo intelligente per una persona particolare.
   Con l’esperienza di Pescia, si è cercato di far decollare anche il mercatino CURIOSANDO di Monsummano  Terme ed il successo non si è fatto attendere. Nonostante i  ripetuti e prolungati fermi dovuti alla pandemia che hanno caratterizzato gli ultimi 14 mesi della vita di noi tutti, quando CURIOSANDO si è potuto tenere, è stato molto apprezzato dai visitatori giunti anche da fuori provincia alla ricerca del pezzo unico per arricchire la propria collezione o per  donare ad una persona cara.
   Collocato inizialmente in piazza Giusti, il mercatino ha quasi subito occupato anche l’attigua piazza del Popolo tanto è stata grande la richiesta di partecipazione degli espositori,  con circa 60 operatori tra antiquariato, artigianato anche etnico, collezionismo e vintage.
CURIOSANDO è calendarizzato per la terza domenica di ogni mese -agosto escluso- più alcune edizioni speciali programmate in occasioni particolari.
Entrambe le manifestazioni di Pescia e Monsummano Terme, ad ingresso libero per i visitatori, sono prodotte dall’associazione culturale Pinocchio3000 che ne cura tutte le fasi, dalla progettazione alla selezione dei partecipanti, dalla campagna pubblicitaria alla gestione della manifestazione in loco con personale qualificato e nel più assoluto rispetto delle attuali normative anticovid 19.
Il rapporto tra associazione e amministrazione comunale è continuo, in modo da risolvere immediatamente eventuali problemi che possono sorgere nell’organizzazione degli eventi.
 A Pescia e Monsummano Terme  sta per aggiungersi Lamporecchio, dove i commercianti del CCN e l’amministrazione comunale hanno dato vita ad un calendario di appuntamenti che uniscono, nella principale via Gramsci, l’effettuazione del mercatino dell’antiquariato e dell’artigianato con l’apertura dei negozi e delle “botteghe” in modo da offrire, complessivamente, una proposta interessante ed invitante per visitare la città e fare acquisti. Il progetto sarebbe partito nel mese di marzo se non fosse sopraggiunta la pandemia: con molte probabilità,  inizierà la sua attività la prossima domenica 30 maggio per poi andarsi a collocare, dopo un periodo sperimentale e di assestamento,  alla seconda domenica di tutti i mesi, inserendosi quindi a pieno titolo nel calendario regionale settoriale di questo tipo di manifestazioni.
Pescia, Monsummano Terme e Lamporecchio: tre città collocate in punti strategici della Valdinieevole ma unite dalla passione dell’antiquariato e da una tradizione commerciale e culturale che resiste anche ai tempi attuali.
Per conoscere i mercatini e per essere costantemente aggiornati  su tutte le novità, date di effettuazione comprese, occorre seguire la pagina facebook TOSCANA QUANDO oppure chiedere informazioni al numero 0572 1913547.

Domenica 9 maggio ancora “Pescia Antiqua”

…e quattro! Con quella in programma domenica 9 maggio, saranno quattro le edizioni di Pescia Antiqua svolte consecutivamente nel centro storico della città per la ripartenza dopo il lungo periodo di fermo delle attività dovute al diffondersi del covid 19: per le tre edizioni già svolte c’è da sottolineare la grande presenza di visitatori, avvenuta in maniera corretta e ordinata , nel pieno rispetto delle normative e l’apprezzamento di tutti nei confronti di una iniziativa che, sempre più, sta affermandosi a livello regionale ed oltre, richiamando sempre più appassionati e curiosi alla ricerca dell’oggetto unico, del disco in vinile introvabile, del libro particolare, del mobile d’epoca o di altre cose che profumano di antico. L’abbinamento poi di Pescia Antiqua con Fiori e piante di Toscana nelle domeniche del 25 aprile e del 2 maggio scorse, ha fatto ritornare alla memoria di  quando la città ospitava la biennale del fiore, soppressa nel 2004  ma ancora presente nei ricordi dei pesciatini, desiderosi di poter nuovamente vivere una simile esperienza.
Cercando di proporre sempre cose nuove ed interessanti per richiamare l’attenzione di più visitatori, l’edizione di  Pescia Antiqua di domenica 9 maggio sarà dedicata alla tradizionale Festa della Mamma, lascierà piazza Mazzini per essere ospitata nell’insolita cornice di piazza del Grano, piazza XX Settembre, borgo della Vittoria, via Andreotti, via Ricasoli e via Buonvicini, prestando particolare cura ed attenzioni agli allestimenti delle bancarelle che dovranno ispirarsi alla ricorrenza.
Saranno oltre centoventi gli espositori presenti con le loro variopinte curiosità; a questi si aggiungeranno gli spazi occupati dagli operatori locali, dai bar, pasticcerie, pizzerie, gelaterie  tra i quali sarà piacevole passeggiare e soffermarsi per gustare qualche cosa di sfizioso.
Pescia Antiqua è una produzione dell’associazione culturale Pinocchio 3000 realizzata in collaborazione con l’assessorato alle attività produttive del Comune di Pescia , è ad ingresso libero per il pubblico come gratuita sarà anche la sosta per l’intera giornata di domenica, in tutti gli stalli, compresi quelli blu.

Info 0572 1913547

Segnalate le vostre manifestazioni a:

info@tuttomontecatini.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi