Pages Navigation Menu

Le notizie della tua città

Emergenza coronavirus: una serie di misure del Comune per aiutare le famiglie e le imprese montecatinesi

Emergenza coronavirus: una serie di misure del Comune per aiutare le famiglie e le imprese montecatinesi

Il momento provocato dall’emergenza del virus ha inevitabilmente prodotto ripercussioni economiche e sociali su una città come Montecatini Terme già alle prese con la più grave crisi del suo turismo dal dopoguerra ad oggi.
L’amministrazione comunale, pertanto, ha adottato una serie di provvedimenti in aiuto alle famiglie e alle imprese, in attesa degli auspicati aiuti pubblici.

Ecco la nota del sindaco Luca Baroncini:
“Viviamo un momento storico drammatico, in cui la Salute pubblica è doverosamente la prima preoccupazione. È altrettanto innegabile che, sia nell’immediato che nel prossimo futuro, si dovranno fare i conti con una gravissima crisi economica che certamente coinvolgerà una gran parte del mondo occidentale, ma che peserà ancor di più su aree come la nostra dove il tessuto imprenditoriale è già duramente provato da anni di crisi del turismo e del termalismo. La dimensione del fenomeno è tale che famiglie ed imprese potranno uscirne solo con aiuti pubblici, che devono arrivare in primo luogo dall’Europa e dallo Stato. Servono da subito sconti, dilazioni e rinvii delle imposte ed aiuti finanziari ben superiori rispetto a quanto attualmente previsto dal governo nazionale.

Il Comune di Montecatini Terme, parallelamente alla gestione dell’emergenza sanitaria, sta già facendo e farà la sua parte in questo senso, malgrado gli imprescindibili limiti degli equilibri finanziari e di bilancio imposti dalla legge (perché se lo Stato può fare deficit, ciò non è consentito al Comune), e l’ingente e improvvisa riduzione delle entrate anche nelle casse comunali, conseguente alle misure restrittive imposte. Gli stessi comuni italiani, in assenza di importanti forme di sostegno da parte dello stato, rischiano di non riuscire più a garantire nemmeno alcuni servizi pubblici essenziali che prima davamo per scontati.

In questo contesto, l’Amministrazione Comunale di Montecatini Terme non sta ferma immobile, e non ho alcuna intenzione di piangere o perdere tempo a lamentarmi trovando scuse.

Ci siamo invece rimboccati le maniche e di fronte ad un problema doppio, stiamo rispondendo lavorando il triplo, nel tentativo di dare almeno a livello comunale dei segnali che per ora non sono arrivati dall’alto!

Elenco alcune delle prime misure adottate (o in via di adozione) a sostegno di famiglie ed imprese cittadine:

1) Rinvio dell’imminente scadenza della tassa per l’occupazione del suolo pubblico (COSAP);

2) Rinvio dell’imposta sulla pubblicità;

3) Sospensione del pagamento dei parcheggi nelle “strisce blu”, utile per chi ancora sta svolgendo la propria attività nelle zone centrali della città;

4) Rinuncia alle rette mensili dell’asilo nido “Piattelli” fino al termine dell’emergenza;

5) Tolleranza sulle scadenze del versamento della TARI, sia per il dovuto del 2020 che per il conguaglio 2019;

6) Sospensione del pagamento dei diritti di segreteria per il rilascio di certificati anagrafici on-line (che è anche un modo per disincentivare le uscite di casa e la visita fisica all’ufficio).

E non finisce qui, in attesa di “via libera” da parte del Governo nazionale su altre misure sulle quali non abbiamo autonoma libertà di manovra localmente.

Per trasparenza aggiungo che, riguardo IMU e TASI, le rispettive scadenze sono fissate da legge dello Stato.

🙏🏻 Ringrazio di cuore l’Assessore al Bilancio e Tributi Alessandro Lumi, per l’impegno quotidiano e la sua serietà e lealtà, così come tutta la giunta e tutto il Consiglio Comunale e i dipendenti dei nostri Uffici che esprimono un alto livello di attaccamento all’ente e professionalità. Ancora di più ringrazio i montecatinesi, per la pazienza e la grande civiltà con cui stanno affrontando una vera e propria guerra che certamente non ci voleva e che mette tutti a durissima prova. Ci stiamo dimostrando comunità, quello che serve per ricostruire con umiltà la nostra economia, appena finita l’emergenza. Vi voglio bene. Sono onorato di essere il vostro Sindaco e, quando vado a letto ogni sera, penso a cosa progettare l’indomani.. come se questa sciagura non ci fosse.. da inguaribile ottimista, positivo e sognatore, quale sono sempre stato…”

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi