Pages Navigation Menu

Tutte le news della tua città

Polizia municipale, denunce per frode commerciale con sequestri al mercato

Polizia municipale, denunce per frode commerciale con sequestri al mercato

Continuano costantemente i controlli all’interno del mercato settimanale che si svolge nel piazzale Leopoldo e che richiama molte persone anche dai comuni limitrofi.     

L’attività di controllo è finalizzata a garantire la sicurezza degli avventori ed è svolta ad ampio raggio dalla Polizia Municipale al fine di prevenire borseggi e truffe ed altri reati posti in essere in luoghi molto frequentati.

In particolare l’attenzione degli agenti si è concentrata su un operatore ambulante regolarmente autorizzato che aveva posizionato sul bando una ingente quantità di profumi di “marca” corredati da una pubblicità che indicava i prestigiosi marchi di Fendi  e Gianfranco Ferrè richiamando numerose persone intente ad acquistare.

Il titolare è stato avvicinato dagli uomini del nucleo sicurezza del territorio e dopo averlo compiutamente identificato hanno chiesto la provenienza di tutto il materiale che esponeva sul banco, e in particolare i profumi, le creme e i bagno schiuma che esponevano i suddetti marchi.

L’uomo, originario di Montecatini Terme, inizialmente ha cercato di eludere i controlli affermando di non avere con sè le fatture d’acquisto, ma poi trovatosi alle strette non ha potuto far altro che confessare e  ammettere i fatti e che lui stesso li aveva acquistati già con il marchio contraffatto.

Per l’uomo è scattata la denuncia all’Autorità Giudiziaria per frode commerciale, commercio di prodotti contraffatti e ricettazione, oltre al sequestro di tutta la merce in suo possesso esposta sul banco, tutta la merce sequestrata che nei prossimi giorni sarà periziata da esperti del settore.

Sempre in ambito del contrasto della vendita di merce contraffatta  nel centrale Corso Matteotti la Polizia Municipale ha effettuato un controllo a un cittadino di origine senegalese di Carrara che era stato notato offrire in vendita capi di abbigliamento ai passanti. Dal controllo effettuato è emerso che lo stesso era giunto in città per vendere merce con marchi contraffatti consistenti in capi di abbigliamento come piumini berretti e borse. 

Anche in questo caso è scattata la denuncia a piede libero per l’extracomunitario e il sequestro penale di tutti i capi in suo possesso sui quali era stato apposto il marchio contraffato di Colmar, Stone Island e Yves Saint Laurent