Pages Navigation Menu

Tutte le news della tua città

“A Teatro con la famiglia”, domenica 8 in scena la “Brutta novella” al teatro “Yves Montand” (saletta Giusti) di Monsummano

“A Teatro con la famiglia”, domenica 8 in scena la “Brutta novella” al teatro “Yves Montand” (saletta Giusti) di Monsummano

Prosegue con un bel successo di pubblico la rassegna “A Teatro con la Famiglia” che ospita, domenica 8 dicembre  alla Saletta Giusti del Teatro Montand (ore 16 – capienza limitata), dopo il felice debutto pistoiese, la nuova produzione targata Associazione Teatrale Pistoiese, in collaborazione con il Funaro, Brutta novella. Buongiorno, come posso aiutarla? di Francesca Giaconi, con Ornella Esposito, con la partecipazione straordinaria in video di Massimo Grigò; collaborazione artistica e oggetti di scena sono di Antonella Carrara. Lo spettacolo, a capienza limitata, è adatto alla fascia di età dell’ultimo anno della scuola dell’infanzia e del primo ciclo della primaria.

Le fiabe ci aiutano a crescere, sono uno strumento fondamentale per entrare in contatto con il mondo delle emozioni, sviluppare l’immaginario e attivare meccanismi di crescita necessari ad avvicinarsi al mondo reale. Affrontare il bene e il male attraverso il filtro dei personaggi delle fiabe, aiuta i bambini nella comprensione di ciò che è giusto e ciò che è sbagliato. Tutti i personaggi hanno un ruolo importante all’interno della storia ma a volte le storie si dimenticano, i particolari ci sfuggono.
Per questo esiste lo U.I.F. Ufficio Informazione Fiabe, il servizio di aiuto del mondo delle fiabe dove lavora Novella, centralinista che parla ininterrottamente a più telefoni disposti sulla sua scrivania per dare suggerimenti a nonne e mamme del mondo reale su come raccontare le storie, ma anche, per esempio, per aiutare il lupo a capire il suo vero valore. Il mondo delle fiabe infatti sta vivendo un momento di crisi, il lupo non ha più voglia di essere considerato cattivo e di fare paura a tutti, vorrebbe divertirsi, fare una vita normale come tutti gli altri personaggi, conoscere l’amore, la compassione e la felicità. A volte però avere paura è necessario, come ogni altra emozione la paura aiuta a crescere. Così tra telefonate ansiose dei sette nani, mele perdute e principi ritrovati, il lupo torna infine a vestire i panni del cattivo. Novella, con la collaborazione dei bambini in sala, riuscirà a convincerlo che la paura è un’emozione importante, necessaria allo sviluppo dell’istinto del pericolo e che quindi fare il cattivo è importante, che il mondo delle fiabe senza di lui non avrebbe senso.

La stagione teatrale è realizzata grazie anche al sostegno di Unicoop Firenze, partner sostenitore di tutte le attività dell’Associazione Teatrale Pistoiese e con il contributo di due aziende del territorio, da anni a fianco del teatro, Polli e Arredamenti Goti.

Biglietteria: prevendita sabato 7 dicembre dalle 9.30 alle 13 e dalle 16.30 alle 19.30 e domenica 8 dicembre dalle 16.00, tel 0572954474