Pages Navigation Menu

Tutte le news della tua città

Il Comune ha deliberato la sostituzione degli apparecchi che illuminano il Palaterme

Il Comune ha deliberato la sostituzione degli apparecchi che illuminano il Palaterme

La Giunta Municipale di Montecatini ha deliberato la sostituzione degli apparecchi che illuminano il Palaterme, nel quadro di interventi per il rilancio turistico ed economico cittadino, lato eventi e manifestazioni sportive e non solo.
I lavori sono spiegati in una nota dell’Assessore agli Impianti Sportivi Alessandro Sartoni: “La sostituzione dell’impianto di illuminazione del campo di gioco del Palaterme con apparecchiature che utilizzano tecnologia a LED nell’ottica di perseguire un risparmio energetico, una riduzione dell’impatto ambientale e che consentano un reale efficientamento energetico dell’immobile oltre che una migliore luce interna.
L’intervento di maggior impatto riguarderà appunto la sostituzione dei 18 proiettori che illuminano il campo di gioco, ciascuno dei quali dotato adesso di lampada agli alogenuri metallici da 2.000watt: solo questo intervento di sostituzione stimando un utilizzo giornaliero di 6 ore fa ritenere oggettivo un risparmio di consumi pari ad almeno 54.000kWh/anno, con conseguente taglio nei costi di gestione per l’Ente.

Ma l’intervento non si limiterà al campo. Nel complesso gli apparecchi da sostituire sono 228.  Negli ambienti in cui l’illluminazione è utile solo in presenza di persone per periodi di tempo limitati (locali servizi igienici/spogliatoi) saranno installati sensori di movimento per aumentare il risparmio energetico ed evitare inutili sprechi. 

Le nuove apparecchiature si distingueranno per tipologia e potenza in base ai locali interni di ubicazione e risulteranno idonee a garantire un’illuminazione ottimale sia per gli ambienti di gioco che per quelli di servizio; l’utilizzo dei nuovi punti luce a LED permetterà altresì di risolvere la problematica, conseguente a black out elettrici, di sospensione delle attività che si svolgono nella struttura anche successivamente alla riattivazione dell’energia, dovuta al fatto che l’illuminazione principale del campo da gioco, costituita da proiettori alimentati da lampade ad alogenuri metallici, non garantisce un’accensione immediata bensì ritardata di circa 15 minuti per raggiungere la piena efficienza luminosa; le opere in parola saranno realizzate nel rispetto delle discipline vigenti in materia, ed in particolare delle norme CONI per l’impiantistica sportiva, delle norme UNI EN 12464-1, UNI EN 12193 ed UNI Sport 9316 (appendice), del D.M. n. 37/2008 e di quanto a tal proposito prescritto dal D.Lgs. n. 81/2008 e s.m.i.; le opere di cui trattasi sono stimate in una spesa complessiva pari ad € 80.000,00 soggetta a ribasso. 

Con particolare soddisfazione sottolineo che i fondi utilizzati per questo investimento sono statali e comporteranno minori costi di esercizio e quindi minori uscite finanziarie per le casse comunali: un uso quindi virtuoso di finanza pubblica”.