Pages Navigation Menu

Tutte le news della tua città

Le trame dei film proiettati nei nostri cinema

Le trame dei film proiettati nei nostri cinema

Vi presentiamo alcune tracce per scegliere meglio i film in programmazione a Montecatini in questo fine settimana.

CINEMA EXCELSIOR

Il piccolo Yeti – Yi è una ragazzina solitaria, che si riempie la giornata di lavoretti per guadagnare quanto le serve a fare il viaggio attraverso la Cina che sogna di fare. Avrebbe dovuto farlo con suo padre, ma lui non c’è più, ed è anche per questo che Yi non sopporta di stare in casa, perché niente è più come prima. Si è creata un suo angolino sul tetto ed è proprio qui che, una sera, s’imbatte in una zampa enorme: niente meno che quella di un cucciolo di Yeti, ferito, spaventato e inseguito da un collezionista senza scrupoli. Lo chiamerà Everest e, per riportarlo a casa, sugli splendi monti dell’Himalaya, Yi viaggerà attraverso paesaggi naturali meravigliosi, resi ancora più emozionanti dalla musica del suo violino e dalle doti magiche di Everest.

Gemini man – Henry Brogan è il miglior sicario in circolazione. Per questo la Defense Intelligence Agency, servizio segreto americano, non rinuncia mai ai suoi servigi. A 51 anni Henry coltiva sempre più dubbi sulla vita condotta sino a qui e, dopo l’ultimo incarico, decide di smettere i panni del killer governativo. Ma i suoi superiori non si fidano e gli mettono alle costole degli agenti, fino a ricorrere al migliore di tutti, straordinariamente simile nelle fattezze proprio a Henry Brogan.

Brave ragazze – A Gaeta, negli anni Ottanta, quattro donne in crisi provano a cambiare il corso delle loro vite improvvisandosi rapinatrici. Una di loro, Caterina, ha l’idea: qualsiasi crimine commetteranno, lo faranno mascherate da uomini per non essere riconosciute. Chicca trova le pistole, Maria nasconde i soldi e Anna seduce il poliziotto che investiga sul caso. Ma dopo aver messo a segno il primo colpo è impossibile fermarsi: pur restando in fondo al cuore delle brave ragazze, per le quattro amiche diventa sempre più difficile tracciare una linea di confine tra giustizia e vendetta, bene e male, morale e necessità.

Weathering with you – Il sedicenne Hokada scappa di casa per recarsi a Tokyo, ma finisce ben presto a dormire in strada, nel sinistro quartiere di Kabukicho. Qui incontra Hina, premurosa cameriera di McDonald’s che è rimasta senza madre e vive con il fratello minore Nagi. Mentre l’estate di Tokyo è sconvolta da piogge torrenziali Hokada conosce il pittoresco e malinconico editore Suga, che lo ingaggia per affidargli uno scoop sulla leggenda delle “sacerdotesse del sereno”, ragazze che sarebbero capaci di cambiare le condizioni climatiche attraverso la preghiera. Hina sembra proprio essere dotata di questi poteri e Hokada la spinge a sfruttare il tornaconto economico del suo superpotere.

CINEMA IMPERIALE

Maleficent 2 – “Il diavolo ha le migliori battute”, si dice. Non stupisce, dunque, che qualche volta sia il male a rubare la scena al bene. Indipendentemente dal fatto che i buoni sentimenti siano destinati a trionfare, i buoni a vincere e i malvagi a patire, ci sono alcune occasioni in cui l’ago della bilancia della simpatia finisce col pendere, pericolosamente, dalla parte sbagliata. Nelle favole, per esempio.

La Malefica di Angelina Jolie, fata dalle ali mozzate, umiliata nei sentimenti e ferita dall’uomo che ama, è la campionessa del nuovo protagonismo delle cattive nelle moderne versioni cinematografiche delle fiabe.

Joker – Arthur Fleck vive con l’anziana madre in un palazzone fatiscente e sbarca il lunario facendo pubblicità per la strada travestito da clown, in attesa di avere il giusto materiale per realizzare il desiderio di fare il comico. La sua vita, però, è una tragedia: ignorato, calpestato, bullizzato, preso in giro da da chiunque, ha sviluppato un tic nervoso che lo fa ridere a sproposito incontrollabilmente, rendendolo inquietante e allontanando ulteriormente da lui ogni possibile relazione sociale. Ma un giorno Arthur non ce la fa più e reagisce violentemente, pistola alla mano. Mentre la polizia di Gotham City dà la caccia al clown killer, la popolazione lo elegge a eroe metropolitano, simbolo della rivolta degli oppressi contro l’arroganza dei ricchi. 

C’era una volta a Hollywood – Los Angeles, 1969. Sharon Tate, promettente attrice americana e sposa di Roman Polanski, è la nuova vicina di Rick Dalton, star della televisione in declino. Dalton condivide la scena con Cliff Booth, stuntman che si è fatto (e rotto) le ossa nei western girati a Spahn Ranch. Controfigura e chauffeur di Dalton, Cliff vive in una roulotte con una cane disciplinato e fedele proprio come lui che da anni ammortizza le cadute e i rovesci dell’amico. E l’ultimo scacco costringe Rick e il suo doppio a traslocare dall’altra parte dell’oceano per girare un pugno di spaghetti-western. Sei mesi e una moglie (italiana) dopo, Rick e Cliff tornano a Los Angeles dove li attende la notte più calda del 1969.

Io Leonardo – Lo sguardo ipnotico e la bellezza virile di Luca Argentero sono chiamati a incarnare uno dei più grandi geni dell’umanità nel film Io, Leonardo per un ritratto non banale e lontano da ogni stereotipo. A 500 anni dalla scomparsa dello scienziato e artista toscano (morto il 2 maggio ad Amboise in Francia nel 1519) il film vuole restituire l’uomo fuori dagli schemi che con le sue opere e le sue invenzioni ha lasciato un segno profondo nell’immaginario collettivo.

Non succede, ma se succede – Rimasto senza lavoro dopo la vendita del giornale per cui collabora, il giornalista di New York Fred Flarsky incontra per caso un’amica d’infanzia, Charlotte Field, che un tempo gli faceva da baby sitter e ora è Segretario di Stato e prossima candidata alla presidenza degli Stati Uniti. Decisa a servirsi di una penna libera dai giochi di potere di Washington, Charlotte chiama Fred nel suo staff e con lui gira il mondo per imporre ai Paesi alleati un nuovo programma di politiche ambientali. Inaspettatamente i due si innamorano, ma la carica di Charlotte e il veleno che i media e gli avversari della donna gettano sullo strambo Fred mettono a dura prova l’amore.

Hole – L’abisso – In quella profonda e buia voragine senza fondo c’è un mostro che guarda dentro di te come scopre ben presto la giovane madre Sarah nell’horror soprannaturale Hole – L’abisso. Il film, inquietante anche senza scomodare Nietzsche, è scritto e diretto da Lee Cronin che si era già fatto notare con il suo corto Ghost Train e che con questo nuovo lavoro mostra una sostanziale affinità per un certo tipo di tematiche e la sicura capacità di tenere il pubblico incollato alla sedia del cinema, tra un urlo e l’altro.

The kill team – Andrew Briggman è un soldato di stanza nella zona di Kandahar e fa parte di un plotone che deve presidiare l’area ed individuare eventuali cellule terroristiche. A capo dell’unità è il sergente Deeks il quale è impegnato a trasformare i suoi uomini in assassini che vedano in ogni afgano non un essere umano ma un possibile attentatore indipendentemente dall’età. Briggman non può accettare una simile logica ma al contempo non sa decidersi tra il denunciare il superiore, mettendo in gioco la sua stessa esistenza, oppure lasciarsi attrarre dalla forza seduttrice di chi pensa che seminare indiscriminatamente la morte sia un atto di valore.

The informer – Pete Koslow è un ex soldato con un passato in carcere, e un informatore per l’FBI. Infiltrato come corriere della droga in un clan polacco, è impegnato a cercare di incastrare Il Generale, lo spietato mafioso che comanda il cartello. Durante l’operazione che dovrebbe portare all’arresto del criminale, però, qualcosa va storto: un poliziotto viene ucciso e la polizia di New York comincia ad indagare su Pete. All’FBI non resta che rimandarlo nel carcere di Bale Hill, come gli ha ordinato di fare il Generale, che vuole fargli gestire la droga all’interno della prigione. Ma uscire da lì dentro non sarà così facile.

Jesus rolls – Quintana è tornato – Fu amore a prima vista, in quel capolavoro dei fratelli Coen che è Il grande Lebowski, un segaligno John Turturro inguainato nel suo completo viola è pronto a sfidare la squadra di bowling del Drugo Jeff Bridges; ma prima del suo tiro, in maniera volutamente erotica allunga la lingua verso la sua palla quasi benedicendola o forse amandola. Sulla sua polo si legge il nome Jesus, è Jesus Quintana che nel celebre film appare per pochi minuti, ma sufficienti per diventare una leggenda. In fondo la sua battuta “Lo hai detto hermano – rivolgendosi a Lebowski – No se escherza con Jesus!”, frase che nella versione originale del film è un’altrettanto iconica “Nobody fucks with the Jesus” è uno dei momenti che tutti ricordano. Da quel film, che è stato capace persino di generare il Lebowski Fest, un festival dove ogni anno dal 2002, i fan si ritrovano in Kentucky vestiti come Jeff Bridges, arriva uno spin off dal titolo Jesus Rolls – Quintana è tornato scritto e diretto da John Turturro che riprende il suo personaggio.

A spasso col panda – L’orso Mic-Mic e la lepre Oscar, non sono di certo migliori amici, soprattutto perché quest’ultimo è un vero e proprio combinaguai. Quando una cicogna molto sbadata lascia per sbaglio un cucciolo di panda alla sua porta, Mic-Mic decide di partire per riportare il cucciolo dai suoi genitori e, seppur controvoglia, accetta di portare con sé Oscar, perché è l’unico in grado di far calmare il piccolo panda quando piange. Durante il viaggio, tra rocambolesche peripezie e nemici da fronteggiare, Oscar e Mic-Mic fanno la conoscenza di altri tre simpatici animali che si uniranno a loro, per completare la missione e portare sano e salvo il cucciolo di panda a casa.

commenti tratti da www.mymovies.it

Leave a Comment