Pages Navigation Menu

Tutte le news della tua città

Lavori del Comune al cimitero di via Foscolo dopo il crollo di un muro e il danneggiamento di alcune tombe

Lavori del Comune al cimitero di via Foscolo dopo il crollo di un muro e il danneggiamento di alcune tombe

Il Comune sta effettuando alcuni lavori al Cimitero di Via Foscolo. E’ quanto descrive il sindaco Luca Baroncini in una nota: “Nella notte fra il 25 ed il 26 marzo 2019 ci fu il distacco ed il parziale crollo di una parte del muro esterno del Cimitero Comunale di Via Cividale, provocando il danneggiamento di alcune tombe e dell’area interna limitrofa.

Nei giorni scorsi le macerie sono state rimosse a cura dell’Ufficio Lavori Pubblici e il decoro minimo è stato ripristinato. 

Il rifacimento delle tombe per le famiglie interessate, come è logico che sia, sarà a carico del Comune e gli uffici preposti sono a disposizione delle famiglie interessate. 

Quando in Giugno abbiamo dato il via alla nuova esperienza amministrativa non abbiamo trovato un progetto e uno stanziamento che fosse mirato alla soluzione di questo problema.

Nel corso della Giunta Comunale odierna abbiamo provveduto ad approvare il progetto definitivo che prevede il rifacimento completo di tutto il paramento interessato al fine di riportare in sicurezza l’area e l’edificio nel suo complesso in modo da renderlo di nuovo pienamente fruibile da parte del pubblico: l’intervento non sarà limitato solo alla porzione di parete da cui cadde il rivestimento ma riguarderà tutta la parete per l’intera lunghezza della costruzione da Via Cividale a Viale Foscolo. 

La spesa complessiva stimata, che sarà soggetta a ribasso, è di 50.000 euro. 

Ringrazio il nostro ufficio tecnico che ha realizzato il progetto, l’assessore Alessandro Sartoni e tutta la giunta che oggi ha approvato questa delibera.
La scelta della nostra amministrazione va nella direzione di non trascurare i nostri cari defunti e onorare la loro memoria. 

Sappiamo che anche il cimitero di Montecatini Alto necessita di numerosi interventi: quelli di piccola manutenzione sono già stati attivati, quelli più importanti relativi alla struttura in cemento armato dovranno essere studiati, programmati e finanziati poiché hanno una complessità che necessita di maggior tempo”.