Pages Navigation Menu

Tutte le news della tua città

Concluso il “Festival della Salute” alle Terme Tettuccio: tre giorni dedicati alla prevenzione e ai corretti stili di vita

Concluso il “Festival della Salute” alle Terme Tettuccio: tre giorni dedicati alla prevenzione e ai corretti stili di vita

Un’edizione di grande impatto la XII del Festival della Salute, andata in scena nella consueta cornice delle Terme Tettuccio (era il quarto anno consecutivo) di Montecatini dal 27 a 29 settembre.

Tre giorni dedicati alla prevenzione e ai corretti stili di vita, con l’attenzione subito puntata sul mondo della scuola, soprattutto venerdì e sabato, giorno inaugurale, in occasione dei convegni sulla corretta postura, sulla salvezza del Pianeta Terra o sul progetto Cartoon School.

Per la prima volta il ricco programma della quarta edizione montecatinese si è aperto a ben 25 ordini professionali del mondo della sanità, che comprendono sia il nuovo Maxi Ordine per il riordino delle professioni sanitarie, per il quale sono arrivate a Montecatini l’ex ministro Beatrice Lorenzin (sabato) e l’assessore regionale alla sanità Stefania Saccardi (domenica), che le professioni base “tradizionali”, tutte presenti con i convegni di medici, farmacisti, infermieri, psicologi, senza dimenticare i due corsi dedicati all’aggiornamento professionale dei giornalisti della Toscana, in un rapporto sempre più stretto e proficuo tra il mondo della sanità, ben rappresentato al Festival, e quello della comunicazione.

Qualche cifra, che sintetizza al meglio i tre giorni: 50 convegni, 25 tematiche diverse affrontate, oltre 30 tra associazioni e enti che hanno collaborato alla realizzazione del programma. Dalla presenza della Capitaneria di Porto di Viareggio, alla tavola rotonda di venerdì pomeriggio organizzata dal SISDCA sui disturbi dell’alimentazione, e sul disegno di legge (a firma della senatrice pistoiese Caterina Bini) per l’introduzione del reato di istigazione al suicidio mediante anoressia.

La presenza del Policlinico “Le Scotte” di Siena ha contribuito a dare al Festival della Salute anche una visione più dettagliata delle nuove tecniche di ricerca applicata, tra cui l’immunoterapia.

Molto partecipato l’incontro del sabato mattina organizzato dall’ordine degli infermieri, sul tema dei corretti stili di vita, a cura di Opi delle province di Firenze e Pistoia. Interessanti anche gli incontri con Matteo Toscano, psicologo clinico che ha curato il progetto legato al bullismo e al cyberbullismo, dal titolo “Le parole non sono Bit”. Presente anche il Rotary Club, da anni impegnato nel progetto portato avanti dal Distretto 2071 per la prevenzione delle malattie, sensibilizzando i giovani. 

Il sabato pomeriggio, oltre al primo incontro sul maxi ordine TRSM, che ha portato le professioni sanitarie all’interno dell’Ordine dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica e delle professioni sanitarie tecniche, è stato illustrato in un salone del Tettuccio il progetto-programma didattico, svolto presso alcune scuole della Regione, a cura della AVIS Regionale Toscana: si tratta del “Cartoon School”, un cartone animato ideato, disegnato e prodotto dagli studenti delle scuole medie, già avviato da 5 anni, in collaborazione con l’associazione Koete, per veicolare il tema della solidarietà e della disponibilità, e quindi della donazione del sangue, con una indiscutibile valenza etico-sociale. 

Anche la Fidapa Montecatini ha avuto il suo meritato spazio con il convegno “Approccio globale alla salute delle donne e dei bambini” a cui ha partecipato la direttrice del centro di salute globale del Meyer di Firenze oltre alle referenti dell’associazione.

Le giornate del 27 e 28 sono state dedicate a un incredibile numero di screening, oltre 500 gratuiti, offerti dalla LILT (Lega Lotta ai tumori) di Pistoia, Lega per la lotta contro i tumori, dall’Ordine degli infermieri di Lucca, dall’associazione “Amici del cuore della Valdinievole” della associazione IAPB Toscana (Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità).

Domenica mattina l’attenzione del Festival è stata rivolta alla nuova Farmacia dei servizi, con un affollatissimo Salone Portoghesi per oltre tre ore dedicato al convegno dell’ordine provinciale dei farmacisti, presieduto da Andrea Giacomelli, al quale non è mancato il saluto del prefetto Emilia Zarrilli e dei senatori Bini, La Pietra, Masini, oltre che della Regione con gli assessori Saccardi, Fratoni e del consigliere Niccolai.

La sala Regina, sempre nel terzo giorno del Festival, ha catturato l’attenzione sulle proprietà curative e scientifiche delle acque termali, alla presenza dell’amministratore delle Terme Michelotti e del direttore scientifico delle Terme di Montecatini, Manela Scaramuzzino, e sulla sana alimentazione come prevenzione, prima dei convegni dell’Aido (associazione donatori) e dell’Associazione di categoria AIGO, alla presenza del sindaco di casa Baroncini e della società di gastroenterologia di Pistoia, sui benefici delle fonti di Montecatini.

Una domenica di bel sole ha fatto da cornice perfetta anche alle attività sportive legate al Festival, come la pallacanestro per i giovanissimi nel piazzale Giusti, al pattinaggio e alla danza sportiva nel cuore del Tettuccio, e al proficuo incontro con AIL, che lotta da anni contro le leucemie. Grazie alla collaborazione con Slow Food Valdinievole e ai produttori locali del Mercato della Terra, nei tre giorni del Festival, sono arrivate anche degustazioni gratuite durante “L’aperitivo al Festival”.

Non sono mancate anche mostre fotografiche e di pittura e presentazione di libri legati alle tematiche del Festival.

Il Festival è stato organizzato da Eventi Diversi Associazione Culturale in collaborazione e con sostegno della Regione Toscana e del Servizio Sanitario della Toscana, della Società della salute della Valdinievole, del Comune di Montecatini e delle Terme di Montecatini. Un’edizione chiusa con grande soddisfazione, in attesa di dare appuntamento al 2020.

Matteo Baccellini – Ufficio stampa