Pages Navigation Menu

Tutte le news della tua città

Padule: ripristinato l’isolotto dei Cavalieri nella Riserva naturale

Padule: ripristinato l’isolotto dei Cavalieri nella Riserva naturale

In Padule l’acqua sommerge e livella: come i fossi e gli stagni tendono a colmarsi, argini ed isolotti con il tempo si abbassano.
Così ultimamente l’isolotto posto proprio davanti all’osservatorio faunistico de Le Morette, dove per molti anni ha nidificato una colonia di Cavalieri d’Italia, tardava sempre più a riaffiorare.
Nel settembre dello scorso anno alcuni volontari che collaborano con il Centro di Ricerca del Padule di Fucecchio sono intervenuti per rialzare l’isolotto, usando badili e carriole.
Il risultato è quello che vediamo nella foto scattata alcuni giorni fa: isolotto ripristinato e frequentatissimo da Cavalieri e Volpoche. Non perdetevi lo spettacolo!
Per informazioni su come visitare l’area protetta, autonomamente o con le Guide, è possibile contattare il Centro RDP Padule di Fucecchio (tel. 0573/84540, email fucecchio@zoneumidetoscane.it) e visitare la pagina web  www.paduledifucecchio.eu

MANUTENZIONE DELLA RISERVA NATURALE

Le piogge copiose di questa primavera hanno consentito di mantenere buoni livelli idrici all’interno della Riserva Naturale del Padule di Fucecchio, ma adesso che si prospetta un periodo di stabilità e temperature elevate è necessario riparare le falle nelle arginature, per trattenere le acque nell’area protetta anche nei mesi estivi.
Per questo il personale del Centro di Ricerca, Documentazione e Promozione del Padule di Fucecchio, affiancato da alcuni volontari, è intervenuto in varie sezioni dell’argine sud-ovest dell’Area Le Morette per tamponare la fuoriuscita dell’acqua.
“Alla riserva naturale è stato conferito l’assetto di un sottobacino per tenere l’acqua all’interno per un periodo sufficiente a consentire la riproduzione degli uccelli acquatici, che termina con l’emancipazione dei giovani dalle cure parentali” spiega il tecnico del Centro Alessio Bartolini. “A distanza di 20 anni dalla realizzazione delle arginature è necessario ed urgente un intervento straordinario di manutenzione, che è programmato per i prossimi mesi di luglio ed agosto; nel frattempo tuttavia occorre mettere in sicurezza le centinaia di coppie con pulcini di anatre, svassi, folaghe e gallinelle d’acqua presenti nell’area protetta. Questo è il senso delle piccole opere effettuate”.
Il tamponamento dei punti di rottura degli argini viene effettuato mediante barriere realizzate con pali e tavolame e sigillate alla base con sacchi di juta riempiti di torba. Data l’impossibilità in questo momento di intervenire con le macchine, il lavoro è interamente manuale, con accesso ai luoghi effettuato in barca.
La permanenza di estese superfici allagate in periodo estivo all’interno della riserva naturale consente a molti uccelli acquatici, ed in particolare ad aironi, ibis, spatole e cicogne di trovare cibo in abbondanza, offrendo nel contempo ai visitatori l’opportunità di godere di uno spettacolo eccezionale.
Per informazioni su come visitare l’area protetta, autonomamente o con le Guide, è possibile contattare il Centro RDP Padule di Fucecchio (tel. 0573/84540, email fucecchio@zoneumidetoscane.it) e visitare la pagina web www.paduledifucecchio.eu