Pages Navigation Menu

Tutte le news della tua città

Il santo, la frase e la parola del giorno

Il santo, la frase e la parola del giorno

IL SANTO

Santa RITA DA CASCIA   Vedova e religiosa
Roccaporena, presso Cascia, Perugia, c. 1381 – Cascia, Perugia, 22 maggio 1447/1457
Santa Rita nacque a Roccaporena (Cascia) verso il 1380. Secondo la tradizione era figlia unica e fin dall’adolescenza desiderò consacrarsi a Dio ma, per le insistenze dei genitori, fu data in sposa ad un giovane di buona volontà ma di carattere violento. Dopo l’assassinio del marito e la morte dei due figli, ebbe molto a soffrire per l’odio dei parenti che, con fortezza cristiana, riuscì a riappacificare. Vedova e sola, in pace con tutti, fu accolta nel monastero agostiniano di santa Maria Maddalena in Cascia. Visse per quarant’anni anni nell’umiltà e nella carità, nella preghiera e nella penitenza. Negli ultimi quindici anni della sua vita, portò sulla fronte il segno della sua profonda unione con Gesù crocifisso. Morì il 22 maggio 1457. Invocata come taumaturga di grazie, il suo corpo si venera nel santuario di Cascia, meta di continui pellegrinaggi. Beatificata da Urbano VIII nel 1627, venne canonizzata il 24 maggio 1900 da Leone XIII. E’ invocata come santa del perdono e paciera di Cristo.

IL BUONGIORNO

Per conoscere bene la gente bisogna averci litigato seriamente almeno una volta. Solo allora puoi giudicarne il carattere.”
(Anna Frank)

LA PAROLA DEL GIORNO

rosario

SILLABAZIONE: ro–sà–rio
roṣàrio / roˈzarjo/
[vc. dotta, lat.rosāriu(m)agg. di rŏsa 1509]
s. m.
nel cattolicesimo, pratica devota consistente nella meditazione su avvenimenti della vita di Cristo e della Madonna (misteri) e nella recita di quattro gruppi di cinque decine di Ave Maria, precedute ciascuna da un Paternoster e da un Gloria, per il conteggio delle quali ci si serve di una corona di grani | corona di grani utilizzata per questo scopo
(est.) sequela, serie: un rosario di insolenze, di disgrazie
(anat.rosario rachitico, catena di nodosità al punto di giunzione della parte ossea e della cartilagine delle coste propria del rachitismo dell’infanzia
(bot.albero del rosario, abro
|| roṣarìnodim. | roṣariéttodim.

La parola è tratta da:

Vocabolario della lingua italiana
di Nicola Zingarelli

Zanichelli editore

Leave a Comment