Pages Navigation Menu

Tutte le news della tua città

Teleriscaldamento: progetto per un nuovo futuro sostenibile per Montecatini

Teleriscaldamento: progetto per un nuovo futuro sostenibile per Montecatini

Un nuovo futuro sostenibile per la Città di Montecatini Terme è possibile grazie al teleriscaldamento.

E’ stato finalmente presentato in Regione Toscana il permesso di ricerca di risorse geotermiche del territorio di Montecatini Terme e dintorni. Il progetto di ricerca si pone l’obiettivo di individuare le risorse geotermiche (di bassa entalpia, ovvero a temperature non elevate) presenti sul territorio, ai fini della realizzazione di un impianto di teleriscaldamento cittadino con temperatura dell’ordine dei 45-50°c e portate variabili.

L’amministrazione comunale di Montecatini, grazie ai contributi programmatici presentati nel 2014 dai gruppi politici (in primis la lista civica “Mi Piace Sensi”), avanzati in questo caso sulla base dell’intuizione dell’Ingegner Alessio Riccomi, portata poi avanti dal geologo del Comune Marco De Martin Mazzalon, in una ottica di visione partecipata e tesa ad accogliere le proposte buone e praticabili, ha fortemente perseguito questo risultato per anni, individuando nella società Kyotherm di Parigi un finanziatore della campagna di indagine e soprattutto della realizzazione di una rete di teleriscaldamento sul territorio.

La Kyotherm è una società francese, leader del settore geotermico, che ha realizzato, fra l’altro, anche la rete di riscaldamento del Parco di Disneyland di Parigi.

Come altre città a livello europeo e internazionale Montecatini Terme ha quindi la possibilità di avviarsi verso un modello di città sostenibile attraverso lo sfruttamento del calore terrestre, contribuendo al risparmio energetico e una una forte riduzione delle emissioni di CO2 e abbattimento della produzione di polveri sottili.

I principali vantaggi della rete di teleriscaldamento cittadino saranno notevoli:

–         le ricadute occupazionali dovute al coinvolgimento delle ditte del territorio per la posa in opera della rete di teleriscaldamento.

–         un notevole risparmio dei cittadini nelle bollette, dell’ordine del 20-30 % dei costi annui,

–         un netto miglioramento della qualità dell’aria con l’abbattimento delle emissioni e di oltre il 50 % delle polveri sottili.

–         semplicità, comodità, sicurezza, in quanto non sarà distribuito combustibile bensì acqua calda;

–     la possibilità di coinvolgere le nostre Terme nel progetto, che potrebbe portare al loro rilancio

Nel progetto dell’amministrazione comunale, il teleriscaldamento cittadino può costituire quindi uno dei più importanti tasselli della Montecatini Terme del futuro, una città candidata alla nomina transazionale Unesco, una città sostenibile per la sua struttura urbanistica, per la qualità dell’aria, per la mobilità intelligente, con la realizzazione di piste ciclabili e la riqualificazione delle strade e degli edifici scolastici.
Nelle prossime settimane sarà organizzato in città un convegno di studio e analisi del progetto sul teleriscaldamento.
Fonte: Comune di Montecatini Terme / Matteo Baccellini – Ufficio stampa