Pages Navigation Menu

Tutte le news della tua città

Riunito il Comitato di ordine e sicurezza pubblica: in calo furti e rapine

Riunito il Comitato di ordine e sicurezza pubblica: in calo furti e rapine

In Municipio si è tenuto il Comitato di Ordine e Sicurezza Pubblica richiesto dal sindaco Giuseppe Bellandi nel rispetto delle norme contenute nel decreto Minniti: obiettivo del Comitato fare il punto sulla sicurezza cittadina e sugli interventi che le forze dell’ordine intraprendono quotidianamente sia nella azione preventiva che repressiva sul nostro territorio.

L’incontro è stato introdotto dal Prefetto Angelo Ciuni che ha sottolineato come il COSP rappresenti non solo una riunione tecnica ma anche e soprattutto la conferma della disponibilità dello Stato ad analizzare le problematiche sul territorio e a portare nuove e importanti informazioni sui dati reali della delinquenza, soprattutto quella che colpisce la vita privata dei cittadini e la loro sicurezza. Cittadini che devono ovviamente essere coinvolti nel processo di solidarietà e vigilanza sociale.
In questo senso il Prefetto ha sottolineato come i Comuni debbano partecipare attivamente incrementando soprattutto i sistemi di videosorveglianza oltre a fornire una sempre maggiore collaborazione della Polizia Municipale con le altre forze dell’ordine: questo sforzo è già stato riconosciuto alla PM locale.

Il Questore Salvatore La Porta ha preso la parola sottolineando due aspetti cruciali: oltre alla assenza di fatti delittuosi gravissimi nei mesi da gennaio a settembre 2017, si è registrato un calo generalizzato soprattutto di furti e di altri reati. Dal punto di vista repressivo si è raggiunto il numero di 31 interventi contro i 24 dello scorso anno mentre dal punto di vista preventivo sono stati fatti oltre 2.700 controlli su persone e oltre 40 sui locali; 25 fogli di via obbligatori e 6 espulsioni dal territorio nazionale; in 5 casi c’è stata l’applicazione dell’art 100 del Testo Unico della Pubblica Sicurezza con le chiusure a tempo determinato di alcuni esercizi commerciali.
Il Questore ha sottolineato l’ottima collaborazione con tutte le forze dell’ordine e ribadito la carenza di personale della Polizia di Stato, argomento già affrontato a Roma nella riunione di tutte le questure: un problema diffuso su tutto il territorio nazionale.

Il comandante provinciale dei Carabinieri, colonnello Lucio Pica, ha confermato l’ottimo clima interforze e chiesto quando arriveranno le assunzioni previste dalla Polizia Municipale, in merito a  una maggiore presenza notturna della stessa in città. Soffermandosi sui numeri ha ricordato che nel nostro territorio ci sono oltre 10.000 abitazioni e 1.072 aziende, ma purtroppo solo 231 sistemi privati di telecamere collegate direttamente con la caserma dei Carabinieri: un collegamento del tutto gratuito, che richiede soltanto una domanda al 112 o al 113 e che può rappresentare un forte aiuto per la sicurezza. Negli ultimi 3 anni il numero complessivo degli episodi delittuosi si è dimezzato e così i furti, mentre le rapine sono calate di quasi un quarto: sono aumentati i controlli sulla prostituzione e il calo delle sanzioni è un attestato di un fenomeno che si sta riducendo. Continueranno intanto gli interventi di formazione della cittadinanza per incentivare la sicurezza partecipata.

La Guardia di Finanza ha confermato con il colonnello comandante Francesco Tudisco i propri impegni sul territorio in collaborazione con la PM soprattutto verso il controllo dei contratti di affitto segnalati appunto dai vigili urbani, sottolineando come l’apertura della nuova sede in centro confermi la volontà di essere sempre più presenti sul territorio.

La Polizia Municipale ha informato il Cosp delle nuove assunzioni previste per riportare l’organico a un numero più consono e ricordato il nuovo programma di videosorveglianza, inclusi i varchi della ZTL, che sarà ampliata, oltre alla nuova illuminazione pubblica che garantirà una diffusa “copertura” luminosa di tutta la città.

Il sindaco Bellandi ha riferito l’ampio dibattito tenuto nel consiglio comunale dedicato alla sicurezza del 16 ottobre e riconosciuto il costante impegno di tutte le forze dell’ordine, ringraziandole per l’ottimo lavoro svolto a nome di tutti i cittadini di Montecatini, con l’obiettivo di una implementazione della sicurezza e della sempre maggiore sinergia tra forze dell’ordine, sia per la prevenzione che per la repressione.

Il prefetto Ciuni ha concluso gli interventi ricordando la necessità di far rispettare il buon regolamento di Polizia Municipale del Comune di Montecatini Terme, soprattutto nell’ottica del decoro urbano, raccomandando lo sviluppo dei sistemi di videosorveglianza privati e delle buone pratiche nel campo della sicurezza, e auspicando la partecipazione diretta dei cittadini ai quali non mancherà la corretta informazione di tutti gli attori presenti nell’incontro di ieri pomeriggio.

Fonte: Comune Montecatini Terme / Matteo Baccellini – Ufficio stampa