Pages Navigation Menu

Tutte le news della tua città

Il Comune intima la manutenzione dei terreni incolti per prevenire gli incendi

Il Comune intima la manutenzione dei terreni incolti per prevenire gli incendi

L’amministrazione comunale raccomanda ai proprietari/conduttori dei terreni incolti presenti sul territorio ad effettuare interventi di pulizia e manutenzione nelle loro aree private e invita questi ultimi alla cura della vegetazione presente nei medesimi, al fine di scongiurare problemi di carattere igienico-sanitario, di degrado ambientale e soprattutto di rischio di incendi, particolarmente elevato nel periodo estivo.

Al riguardo, si rende noto che è stato anticipato al 10 giugno il periodo rischio incendi boschivi e il conseguente divieto assoluto di abbruciamento di residui vegetali agricoli e forestali (per approfondimenti consultare il sito della Regione Toscana di cui al seguente link:www.regione.toscana.it/-/abbruciamento-di-residui-vegetali).

Inoltre, si ricorda che il vigente Regolamento per la tutela del verde pubblico e privato prevede, in particolare all’art. 10, che:

–         I proprietari, tutori o fruitori a qualsiasi titolo di terreni incolti come sopra definiti, rientranti in ambiti con qualsiasi destinazione urbanistica, sono tenuti a garantire la pulizia delle aree, la manutenzione, ed il controllo delle essenze vegetali.

–         I proprietari, tutori o fruitori a qualsiasi titolo dei terreni come sopra descritti, devono provvedere ad impedire lo sviluppo di erbe che non superino l’altezza di cm. 30, in qualsiasi periodo dell’anno e con un accurato controllo di arbusti ed alberi infestanti, attraverso la loro eliminazione e/o potatura.

–         Quanto sopra al fine di garantire il pubblico decoro e l’igiene urbana ed evitare il proliferare di animali sgraditi e scongiurare il pericolo di incendi.

Per tutti questi motivi, si invitano i proprietari e/o conduttori dei terreni o aree verdi, che non abbiano già provveduto, ad effettuare la ripulitura degli stessi mediante:

–         taglio dell’erba da eseguire almeno due volte nel corso dell’anno, durante il periodo primavera/estate;

–         potatura degli alberi ed in particolare dei rami pericolanti;

–         eliminazione della vegetazione infestante;

–         manutenzione delle fossette di scolo delle acque superficiali, al fine di assicurare un corretto ed efficace smaltimento delle acque.

Infine, si informano i suddetti proprietari e/o conduttori:

–         che tutti i materiali ottenuti dallo sfalcio e dalla raccolta dei rifiuti presenti nelle aree incolte, dovranno essere conferiti al centro di raccolta (via delle Padulette) oppure, su chiamata, per il ritiro a domicilio fino ad un quantitativo massimo 2 m3;

–         che la sanzione pecuniaria amministrativa, prevista nei confronti di chiunque non ottemperi alle prescrizioni previste dal Regolamento per la tutela del verde pubblico e privato, va da un minimo di € 50,00 ad un massimo di € 300,00 (ai sensi dell’art. 7 bis del D.Lgs. 267/2000 e ss.ii.mm.).

Fonte: Comune di Montecatini Terme / Matteo Baccellini – Ufficio stampa