Pages Navigation Menu

Tutte le news della tua città

Servizio scuolabus: nuovi mezzi, assistenti a bordo e un’app per seguire i figli

Servizio scuolabus: nuovi mezzi, assistenti a bordo e un’app per seguire i figli

Sono stati inaugurati questa mattina di fronte al Municipio, con tanto di taglio del nastro, i nuovi mezzi di trasporto scolastico a disposizione degli alunni di tredici istituti della zona, dall’asilo dell’infanzia fino alle scuole secondarie di primo grado. Con l’assessore Rucco e la dirigente scolastica Anna Maria Pagni c’erano anche i responsabili del servizio, ovvero l’azienda Re Manfredi con tutti i suoi autisti.

L’amministrazione comunale, in occasione della gara d’appalto per l’affidamento del servizio di trasporto scolastico ha richiesto infatti una serie di migliorie per venire incontro all’esigenza primaria di garantire agli alunni un percorso casa-scuola-casa il più tranquillo e sicuro possibile. Il servizio è stato nuovamente aggiudicato al Consorzio Re Manfredì che ha già operato per il territorio nell’ultimo quinquennio e al quale è stato rinnovato l’incarico con la formula del 3+3.

In primo luogo, tra le novità del nuovo servizio, è stato introdotto un assistente su ogni scuolabus, sia per scuole d’infanzia ( per le quali sussiste uno specifico obbligo di legge) sia per le scuole primarie e secondarie di primo grado, per le quali l’obbligo invece non c’è.

L’assistente, oltre a vigilare sul corretto comportamento durante il tragitto, vuole rappresentare un punto di riferimento per i bambini/ragazzi che lo incontrano tutti i giorni all’andata ed al ritorno ed anche uno strumento di raccordo tra la famiglia e la scuola. E’ stata notato infatti che l’eccessiva vivacità soprattutto dei più grandi poteva costituire un elemento di fastidio per alcuni studenti e per lo stesso autista. In tal modo anche il viaggio sullo scuolabus può rappresentare per tutti un occasione di tranquillo confronto reciproco di svago.

E’ stata anche confermata la presenza di un operatore all’entrata della scuola secondaria di primo grado, con funzioni di controllo per i ragazzi che arrivano prima dell’orario di apertura.

Altra novità importante è stata l’introduzione di cinture di sicurezza su tutti i mezzi. Sarà l’assistente stesso che garantirà che tutti i bambini provvedano ad allacciarle.

In materia di mezzi è stato ulteriormente rinnovato il parco mezzi, con l’introduzione di tre  nuovi scuolabus, tutti classificati “Euro 6”, ossia in linea con le più recenti normative miranti a ridurre l’inquinamento ambientale provocato dai veicoli pesanti.

Inoltre è stato richiesto che due dei nuovi mezzi avessero 3 posti/accompagnatori  e ciò per garantire la compresenza di un maggior numero di docenti in occasione delle uscite didattiche.

A tal proposito all’Istituto comprensivo Chini sono state assicurate 400 ore annue di servizio scuolabusda destinare, appunto, alle uscite didattiche, quindi 200 in più rispetto al passato

Una ulteriore e fondamentale novità consiste nella prossima attivazione di un sistema informatico che permetterà al genitore di seguire, tramite il proprio cellulare, in tempo reale, il percorso dello scuolabus al quale il proprio figlio è assegnato e  di ricevere una serie di informazioni, per esempio in merito a:

–   quando l’alunno sale a bordo e arriva a destinazione;

–   eventuali ritardi dello scuolabus dovuti al traffico, cambi di percorso, ecc..,;

–   quando sta per arrivare lo scuolabus alla fermata prestabilita (ciascun genitore configurerà l’app in modo da avere questa informazione con l’anticipo voluto, per es. 5 o 10 minuti prima dell’arrivo dello scuolabus).

 

Il sistema inoltre  consentirà un “dialogo” fra genitori e il personale dell’azienda affidataria del servizio tramite un’app scaricabile dal cellulare:

–   la famiglia potrà avvertire che il proprio figlio è assente o che non usufruirà di parte del servizio in un dato giorno;

–   l’azienda potrà tenere informati su eventuali cambi di percorso dovuti a lavori o a cause impreviste, oppure su sostituzione dell’autista o dell’assistente;

A tal fine ad ogni alunno di ognuno dei 13 istituti scolastici della città verrà consegnato un “QR-Code” che dovrà portare con sè e applicare sullo zaino per essere identificato nella fase di salita/discesa dallo scuolabus; e a ciascun genitore verrà fornita una password per accedere, su smartphone, tablet e/o portale, all’app e verificare tutte le informazioni relative alla linea di trasporto cui è assegnato il proprio figlio/a.

“E’ una novità che annunciamo volentieri – ha detto in conferenza stampa il vice sindaco Rucco  – perché l’amministrazione investe da sempre sul settore del trasporto scolastico e dei 270mila annui solo il 20% è a carico delle famiglie. Per noi è un elemento di orgoglio avere confermato le stesse tariffe di 10 anni fa. Ci piace la novità dell’assistente su ogni tratta, anche per arginare fenomeni di bullismo che purtroppo talvolta si verificano in un momento di crescita come quello del viaggio verso o dalla scuola. L’app è una dimostrazione di progresso che ci rende fieri e che soprattutto renderà più serena la vita dei genitori, che potranno vigilare al meglio sul percorso dei figli direttamente dal proprio cellulare”.

Fonte: Comune di Montecatini Terme / Foto: Daniele Lenzi

Leave a Comment