Pages Navigation Menu

Tutte le news della tua città

Eticomobility, due giorni con l’Aci dedicati alla sicurezza stradale

Eticomobility, due giorni con l’Aci dedicati alla sicurezza stradale

La nona edizione di Ecomobility, dallo scorso anno declinata in Eticomobility, offrirà in due giorni (28 e 29 ottobre) alla città di Montecatini numerose attività di formazione e informazione sulle regole della strada e la sicurezza, coinvolgendo bambini, ragazzi, adulti, anziani.

Venerdì pomeriggio, per la parte di studio e approfondimento, parleremo di omicidio stradale.

Afferma il presidente dell’avi Antonio Breschi: “L’Automobile Club Pistoia, nell’ambito delle proprie competenze statutarie, annovera tra le funzioni prevalenti la promozione di una mobilità ordinata e sicura nonché, in tale ambito, il corretto rapporto tra l’interesse generale e quello della categoria degli automobilisti, associati e non.

eticomobility1Con questa doverosa premessa, il nostro Ente ha sentito la necessità di raccogliere le numerose istanze provenienti da associazioni, categorie di utenti della strada, autorità di controllo, giurisdizionali e singoli cittadini in merito all’introduzione del reato di omicidio stradale nel nostro ordinamento normativo.

Quindi, abbiamo voluto cogliere l’opportunità, nell’ambito di questa edizione di Eticomobility, per portare a discutere circa le implicazioni giuridiche e pratiche del provvedimento legislativo, esperti, a vario titolo e competenze, in questo Seminario.

Ovviamente, non spetta all’Automobile Club Pistoia prendere posizione su questo delicato argomento e, tantomeno, con atteggiamento corporativo; ad esso, semmai, compete registrare i risultati del confronto e farsi carico di portarli all’attenzione dell’Aci nazionale, nostra Federazione, affinché intervenga – se del caso – presso il Legislatore per eventuali aggiustamenti o integrazioni che dovessero emergere dal dibattito.

Quando si introducono norme di così grande impatto sui comportamenti di tutta la collettività, crediamo che sia necessario rendere il più chiaro possibile a tutti i cittadini il fine e le conseguenze di queste.

Il rispetto di queste norme, in un Paese come il nostro afflitto da un eccesso di normative, non può essere lasciato alla libera interpretazione dei singoli senza promuovere nelle sedi appropriate una corretta informativa. (scuole, autoscuole).

Al proposito, suggeriamo che dovrebbero essere previsti corsi di aggiornamento per i possessori di patente con cadenze da stabilire e, ovviamente, non solo per questo caso.

In questo campo, l’ACI potrebbe essere uno dei soggetti attivi grazie alle sue competenze ed alla sua diffusione capillare sul territorio nazionale”.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *