Pages Navigation Menu

Tutte le news della tua città

La città hai ricordato il musicista Milado Lucchesini a 10 anni dalla morte

La città hai ricordato il musicista Milado Lucchesini a 10 anni dalla morte

L’Assessorato alla Cultura del Comune di Montecatini  ricorda Milado Lucchesini nella sua città con una serata che si colloca come evento speciale conclusivo dell’Estate Regina 2016. Parole e musica affidate al figlio Andrea, celebre concertista dall’intensa e multiforme attività internazionale, che ha pensato ad un omaggio a dieci anni dalla scomparsa.

L’appuntamento – che sarà ospitato dal Salone storico delle Terme Excelsior giovedì 13 ottobre alle 21,15 – vedrà la partecipazione del clarinettista Gabriele Mirabassi, musicista eclettico e curioso, che attraversa con eguale disinvoltura e grande successo i sentieri della musica brasiliana e del jazz, del repertorio classico e della canzone d’autore: Mirabassi ha generosamente accolto l’invito di Andrea Lucchesini a far musica insieme per ricordare il padre.

“Voglio ringraziare a nome dell’amministrazione e della curia Andrea Lucchesini e  gli altri artisti che si esibiranno tutti a titolo gratuito – dice l’assessore Bruno Ialuna – per questo gesto di alto livello culturale. Le offerte che saranno liberamente  lasciate dai presenti andranno a contribuire al recupero della Madonna con Bambino attribuita a Jacopo Sansovino. Una volta restaurata potrà raggiungere gli altri Tesori della Valdinievole nell’ambito della mostra ospitata  dal MO.C.A., che notizia di pochi giorni fa, è stata prorogata fino al prossimo 8 gennaio”.

L’intera vita di Milado Lucchesini è consacrata alla musica, complice un talento prepotente che, ancor prima di essere coltivato con gli studi regolari al Conservatorio di Firenze, si manifesta nella capacità di suonare istintivamente moltissimi strumenti: dalla fisarmonica al pianoforte, dalla chitarra alle percussioni, oltre ovviamente agli strumenti a fiato, Milado è capace di far musica in qualunque modo.

La scelta di studiare approfonditamente la tromba si accompagna per Milado alla scoperta dei grandi musicisti americani, primo fra tutti Chet Baker, il cui stile è particolarmente vicino alla sua sensibilità.

Sono gli anni ’50, e per oltre un decennio Milado Lucchesini suona la tromba in varie formazioni, con un repertorio fatto di jazz, grandi successi americani e musica da ballo.

La vita dei concerti ed i lunghi periodi lontano da casa sono però per lui sempre più gravosi: dal 1965 decide di interrompere quest’attività e suonare solo in Toscana.

Dal Tettuccio al Gambrinus, ai grandi alberghi di Montecatini che accolgono in quegli anni una prestigiosa clientela internazionale, Milado suona tutti i generi di musica durante “la stagione”.  Collabora anche con le grandi compagini orchestrali, come l’Orchestra A.I.D.E.M. poi confluita nell’Orchestra della Toscana, ed il Maggio Musicale Fiorentino.

Inizia in questi anni un’intensa attività didattica, insegnando musica nelle scuole medie della Valdinievole al mattino, e tutti gli strumenti che conosce al pomeriggio.

La casa di Traversagna si anima di un passaggio continuo di bambini, ragazzi e adulti appassionati che ricevono lezioni di teoria musicale e di strumento, raggiungendo spesso l’obiettivo di superare gli esami al Conservatorio e conquistare il diploma.

Milado è infaticabile ed entusiasta: forma un complesso di allievi che possa suonare un repertorio vario e accattivante, ma servono arrangiamenti personalizzati, costruiti sulle capacità dei singoli musicisti. La realizzazione delle partiture per gli allievi e le prove d’insieme divengono infine un’attività a tempo pieno, e la Swing Big Band un complesso apprezzato e richiesto per moltissimi concerti.

 A dieci anni dalla sua morte sono davvero tanti, in città, coloro che grazie a lui hanno scoperto la gioia della musica, e che suonando ed insegnando continuano a trasmettere ai più giovani la stessa passione.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *